mi presento: buonasera

Suggerimenti, Segnalazioni
Rispondi
andrea (docelektro)
Messaggi: 14
Iscritto il: mar mag 07, 2013 8:32 pm
Località: envie (cn)

mi presento: buonasera

Messaggio da andrea (docelektro) » mar mag 07, 2013 9:03 pm

Buonasera a tutti,mi chiamo Andrea,sono il fratello di Adriano. Ho trovato per puro caso il vostro forum tra tanti che parlano un pò di tutto sulla rete.
Premetto che di cinema (o meglio di quello che sta "fuori" dal proiettore) non ci capisco molto. Me la cavo però in elettronica e elettricità in genere e mi ha molto colpito la sezione relativa alle "vecchie signore".
Ossia quelle che per me incarnano la "vera" essenza del cinema. Per me il vero cinema,al pari delle vere motociclette,e della vera elettronica in genere non si trova più.
Secondo me con tutta questa elettronica,surround e simili hanno un pò snaturato un pò l'essenza del cinema.
Sono nato nel 70 e fino agli anni 80 in paese dove vivo c'era il cinema "cristallo" che è purtroppo stato chiuso 20 anni fa. Ricordo che aveva le sedie in legno e due zone di posti,platea e galleria (ma di fatto la galleria era una continuazione della platea) Quante serate a guardare le risse con bud spencer o altri signori film in compagnia di amici e parenti. La televisione in paese si prendeva male e non tutti la avevano.
L'unica esperienza "diretta" di proiezione c'è l'ho avuta con un fumeo (pesantissimo) che era del fu zio mario,quando abbiamo svuotato la sua cantina. Non so che macchina fosse,ricordo che la pellicola era forata da un lato solo (probabilmente per non sbagliare a inserirla) e rimettendo in funzione quel gioiellino (di fatto andava e che ora ha mia zia maria come soprammobile) avevamo visto un film ,uno dei pochi che c'erano insieme nel quale mio zio con un ingombrante cinepresa documentava il "divertimento invernale" con la costruzione di una slitta e li discese nelle colline vicino a gassino torinese. Ed aveva ancora tutti i capelli...La cosa strana è che nonostante gli anni si vedeva ancora bene,meglio di tante videocassette.
A casa mia girano ancora le videocassette,i vinili,le cassette audio forse perchè sono un nostalgico dei miei tempi andati,o forse perchè con meno ci si divertiva tanto di più di ora.
Non sono mai andato a vedere un film 3d ,anzi sarà dal 2005 che non entro più in un cinema. Relativamente vicino a casa c'è il cinema di Barge,in precedenza da me frequentato perchè rispetto a Saluzzo costava meno e,nonostante tutto era di buona visione e di buon ascolto.
Ma ultimamente i film o meglio solo taluni hanno assunto le dimensioni di un videogioco gigante e si è perso un pò di quella genuinità che era degli anni 70.

Vi saluto augurando pacifica e lunga convivenza qui sopra
Guardare un film con gli occhiali sporchi vuol dire perderne un terzo. Quando inizia spegni il tuo telefono e rispetta il lavoro degli altri.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24226
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar mag 07, 2013 9:31 pm

Ciao, sono Antonio, il fratello di Giovanni. Benvenuto!!
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

mario beltramo
Utente 35mm
Messaggi: 351
Iscritto il: mer dic 08, 2004 8:04 pm
Località: Piemonte

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da mario beltramo » mer mag 08, 2013 2:22 am

Come ti capisco......io avevo mio nonno che era un proiezionista, e il sabato e domenica mio papa' mi portava al cinema di Lanzo da lui, passavo piu' tempo in cabina che in sala , ricordo ancora l odore di fumo dei tendoni rossi, i film di Franchi e Ingrassia , Trinita' e la sala sempre strapiena, i bobinoni di Ben Hur e la scala che mi portava alla cabina.Gli ingressi enormi con gli orari spettaclo illuminati e la cassiera che strappava un biglietto da un blocchetto. Tutto era fantastico e magico , Era il cinematografo. Ora è tutto piu' asettico, freddo , nn esiste piu' la pellicola ma i file, nn esistono piu' le immagini su celluloide e i suoni su colonne sonore ma algoritmi. L unica differenza e ancora lo schermo gigante, ma la magia è finita, dvd, blue ray o chiavette, ma la differenza da sky al cinema ? Si' lo so' saro' vecchio ma vedo mio figlio che al cinema va' come andare al bowling o al Mac Donalds , senza passione, senza amore per un arte che nn è piu' considerata tale. Ma come direbbe l amministratore di questo sito. La tecnologia avanza ......chapeau
mario beltramo

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24226
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer mag 08, 2013 8:29 am

attenzione non è la tecnologia a levare la magia ma la volontà di chi gestisce il locale . il digitale di per sé non cambia niente. La stessa fine la sta facendo up po' ogni cosa al giorno d'oggi, la tecnologia non ne è la causa principale ma la nostra miopia, pigrizia e ignoranza.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

mario beltramo
Utente 35mm
Messaggi: 351
Iscritto il: mer dic 08, 2004 8:04 pm
Località: Piemonte

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da mario beltramo » mer mag 08, 2013 2:16 pm

Quello che sono diventate le sale cinematografiche lo sappiamo tutti. In queste multisale si vende di tutto e probabilmente si guadagna grazie al tutto che conosciamo per cui il prodotto cinema è diventato l ultimo degli interessi. Il cinema fa' vendere pop corn coca cola e wurstel , nn è piu' il prodotto gastronomico un di piu' allo spettacolo. Lo abbiamo voluto noi ? Non credo . E' la giusta evoluzione? Scusa Antonio ma questo tue affermazioni te le ho gia' sentite fare in altre occasioni e sinceramente mi piacerebbe sapere cosa intendi per ignoranza di noi spettatori in merito.
mario beltramo

Avatar utente
vipao
Utente 35mm
Messaggi: 362
Iscritto il: mer gen 20, 2010 10:30 am

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da vipao » mer mag 08, 2013 4:55 pm

Io non sono molto appassionato di cinema, e ho scoperto questo mondo (quello della cabina di proiezione) quasi per caso due/tre anni fa... In compenso amo la buona musica... possibilmente davanti ad una buona birra!
Negli ultimi anni però le radio propinano per la maggiore pezzi commerciali, pop... musica spazzatura... che dura qualche settimana e dove spesso l'aspetto estetico del gruppo/cantante è di gran lunga dominante rispetto alla tecnica dei musicisti e alla performance canora del cantante... La sera al bar, in birreria, nei locali alla moda suona la stessa musica se non addirittura pezzi "da discoteca" sparati a volumi assordanti su impianti audio indecenti che riescono a mortificare brani già pessimi... e i pochi posti in cui sono montati impianti audio decenti propongono la stessa musica commerciale mediocre ulteriormente mortificata da pietose conversioni digitali (mp3 a bassi bit-rate) o da catene audio non tarate... Possibile nessuno si accorga della distorsione introdotta? Eppure la tecnologia audio ha fatto passi da gigante ed i prezzi ormai sono popolari... senza svenarsi si possono acquistare casse, ampli e dinamiche di eccellente qualità! Per non parlare del beveraggio in questi locali: birre stra commerciali che non hanno sapore e coktail improponibili che ti bucano lo stomaco!

Dovrei allora dire: "Una volta sì che si beveva buona birra in buona compagnia ascoltando buona musica…"? Frase tipica dei pecoroni che uniformandosi e seguendo la massa si lamentano poi che al giorno d'oggi tutto fa schifo...

La soluzione è invece semplicissima: andare a cercare e riscoprire localini, magari meno famosi, in vie meno blasonate, dove suonano ancora gruppi dal vivo di eccellente qualità, dove gli impianti audio suonano come dovrebbero perché seguiti da chi ha orecchio e passione e non dal direttore marketing, dove si trova buona birra artigianale e buona compagnia! E questi posti ci sono, basta vincere la pigrizia…

Capito cosa voglio dire?

Basta lamentarsi… siamo noi ignoranti che continuiamo a frequantare e dare guadagni ai posti di cui ci lamentiamo! Siamo noi che frequantando quei multisala gli diamo modo di sopravvivere, di non chiudere o quantomeno di cambiare quello che ci propongono per riconquestare clientela! Cambia cinema se non ti piace, se non c’è poesia…! Le sale dove la proiezione è curata (ma che me ne frega se usano i carboni, il 35mm, il 2k o il 4k… a me interessa come è l’immagine sullo schermo!) , l’audio pulito e profondo e il bar per i pop corn e la coca cola occupa solo una minima parte della struttura ci sono! Eccome se ci sono!
E per fortuna che ci sono!!!!! :clap: :clap: :clap: :clap: :clap:
Paolo

mario beltramo
Utente 35mm
Messaggi: 351
Iscritto il: mer dic 08, 2004 8:04 pm
Località: Piemonte

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da mario beltramo » mer mag 08, 2013 5:29 pm

Pienamente d accordo su quasi tutto. Ma la realta' purtroppo nn è cosi semplice come sembrerebbe. Il 90% delle sale rimaste sono sale che vendono pop corn con annesso film . Gli Arcadia o credo ancora i Gloria a Milano sono pochissimi e nn sempre vicino a dove si sta'.
Sono stato in gioventu' anche un fautore dell audio di qualita' e anche li' dove io andavo a scegliere o ascoltare casse o impianti di livello ora vendono compatti da 400/500 euro e le sale d ascolto nn esistono piu'. Certo che ci sono ancora i locali di qualita' , ma sono rari e nn sempre raggiungibili. Parliamone , facciamoli conoscere allora , se possibile anche su questo sito, ne beneficeremo tutti . In Italia per averla girata per lavoro ti potrei indicare nn piu' di 10 sale cinema veramente gestite con passione , dimmi quali negozi trovare ancora impianti di alto livello da ascoltare e acquistare ( forse Buzzi a Busto Arsizio) o locali dove ascoltare musica a livelli eccellenti , penso farebbe piacere a tutti. :ok:
mario beltramo

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24226
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer mag 08, 2013 7:59 pm

Paolo ha risposto per me. L' "ignoranza" non e' riferita allo spettatore quanto all'umanita' intera. Non ci interessiamo piu' di niente, non abbiamo piu' passioni - a parte il CALCIO - si punta sempre e solo ad aver le ultime COSE e buonanotte. Il cinema e' ormai un McDonald, cosi' come lo e' la musica, l'abbigliamento, il cibo (in Italia fa fatica ad attecchire ma ci arriveremo lo stesso) e tutto quanto. Siamo noi che abbiamo voluto - sotto direzione, ok, ma ci siamo lasciati turlupinare - questa spazzatura.
Quello che dice Paolo e' giusto anche se devo dire che non e' cosi' semplice. Al tempo dei monosala salutai con la mia totale benedizione i multisala, dove perlomeno le casse non erano sfondate e gli schermi non erano grandi! Ora che anche i multisala si sono accorti che "non importa" inseguire la qualita', abbiamo perso tutto.

E quando fai presente allo spettatore medio che l'audio e' pietoso o il 3D non si vede ti guardano come se fossi un alieno.

Non e' il cinema, e' la societa'.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

andrea (docelektro)
Messaggi: 14
Iscritto il: mar mag 07, 2013 8:32 pm
Località: envie (cn)

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da andrea (docelektro) » gio mag 09, 2013 6:42 am

Per Vipao: Vero,la musica da discoteca in birreria è quanto di peggio si possa utilizzare. Per quanto riguarda gli impianti io odio lo "sparare" dei tweeter alzati oltre ogni limite di sopportabilità,spesso con musica mp3 che sonaglia come la slitta di babbo natale. Anzi (ma spero di essere contraddetto da chi ne sa più di me) considero lo strapotere degli acuti una delle cause dell'eccessiva irritabilità e della rabbia in mano a molti automobilisti.
Per definire il "modus operandi" di questi locali io ho sempre usato due termini: tossicume e finti alternativi. Basta fare un giro per le vie di Saluzzo il sabato sera per vedere questi cocktail (suonerebbe meglio il termine piemontese "tuiru" ) cosa combinano. Quella che chiamano "movida" a me fa soltanto venire voglia di costruire un cassonetto gigante.
Io ho iniziato per scelta a non consumare o meglio ancora a non entrare più nei bar dotati di videopoker.
Per quanto riguarda il saper consumare in campo audio,bè riparo ogni tanto qualche compatto stereo per il vicinato e mai come ora sono contento di quel bestione a rack separati che ha mio fratello in camera. Delle casse stage accompany che con un watt si sentono già,dell'amplificatore lem,dell'equlizzatore manuale che fa cosa vuoi tu e non ha solo tre comandi rock,pop e classic e sopratutto dei due vecchi lettori pioneer che leggono solo cd. Un impianto che durerà da qui all'eternità e ritorno.
E soprattutto che non appena il disco è dentro partono e girano

Per Antonio : Colpito e affondato! Quel termine "pigrizia" rende bene un concetto che impera. La pigrizia di essere sempre attaccati al telefono,quando magari al supermercato basterebbe una lista con scritto cosa comprare,l'eterno messaggiare dei ragazzini che non riescono a portare a termine qualcosa in un giro solo,e quant'altro. Senza essere connessi. Il giorno che vedranno in giro un dodicenne con un labrador o un husky (o qualcs'altro di grosso a 4 zampe ) al posto del telefono grideranno all'alieno! E magari ci faranno un film (e se volete la trama gliela scrivo io subito) e chi è nel ramo lo proietterà. Anzi forse no,potrebbe generare una spirale di libertà che non a tutti piace.
Fortunatamaente non sono ancora andato in quei "mega multi sala" ,c'è n'è uno a moncalieri ma già quando mi capita di passare con la moto vedo delle code e un numero di macchine parcheggiate e in movimento che mi fa passare la voglia di gettarmi in quella bolgia. Forse sono pigro pure io. Magari diversamente.
Io odio il calcio,come odio i telefoni. Perchè rappresentano uno dei tanti status simbol secondo me sbagliati di questo tempo.
E anzi,ritengo cose come sky,calcio e telefoni una delle cause di questo malcostume diffuso e della crisi. Oggetti fatti per anestetizzare il pubblico e non renderlo partecipe di quello che sta purtroppo accadendo. Ma sarebbe un discorso pericoloso che scivolerebbe in politica,meglio di no.
Per quanto riguarda le passioni,sfido chiunque delle nuove generazioni a sapere che cosa sia un registratore a bobine o un trenino in scala N. Perchè sono oggetti non "on line"
Guardare un film con gli occhiali sporchi vuol dire perderne un terzo. Quando inizia spegni il tuo telefono e rispetta il lavoro degli altri.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24226
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da Antonio Marcheselli » gio mag 09, 2013 10:43 pm

I tempi sono cambiati, non ce l'ho con chi non ha la passione dei trenini elettrici! Il problema è che una grossa fetta (mica tutti) di popolazione - e non parlo dell'Italia qui - non cerca di capire come usare al meglio la sua macchina forografica/telefonino/computer. Ne compra uno nuovo e basta.

Le file per l'iPhone sono autoesplicative direi.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

mario beltramo
Utente 35mm
Messaggi: 351
Iscritto il: mer dic 08, 2004 8:04 pm
Località: Piemonte

Re: mi presento: buonasera

Messaggio da mario beltramo » gio mag 09, 2013 11:48 pm

Tutti , chi per una ragione chi per l altra ha le sue ragioni . Io so' di essere impopolare ma per quel che mi riguarda , tecnologicamente parlando un film girato con macchine digitali , montato al computer e sbattuto su una chiavetta poi mandata alle varie sale ha perso molto della sua preziosita' e dignita' tanto quanto un brano musicale che ormai tiene un microfile di memoria e puo' essere sbattuto in pochi microsecondi insieme ad altri migliaia in un cellulare. Il valore di un lp con i suoi 12 brani scritti musicati e sudati su un mezzo che impreziosiva il contenuto , le valigette in pelle con i bobinoni in 35 o 70 mm che contenevano un Ben Hur o un 2001 Odissea nello spazio, la cura che si dava alle varie opere per poterle divulgare al pubblico in tutto il mondo ora nn esiste piu' , sono semplici numeri binari che hanno fatto perdere magia e valore che nn esistono piu' Ne' per me che direte che sono vecchio ma neanche per mio figlio e i suoi amici che da diciannovenni scaricano a piu' nn posso per vedere e cancellare subito dopo senza alcuna voglia di collezionare OPERE che per i motivi sopra detti nn hanno piu' ragione d essere.
Lo so' , per alcuni è un discorso ignorante e qualunquista , ma i risultati di una tecnologia arrivata a questa esasperazione nn potra' che portare a perdere cio' che una volta era considerato un prodotto importante da possedere e collezionare , ora nn ha piu' senso
mario beltramo

Rispondi