Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cinema?

Il contratto nazionale dello spettacolo, discussioni e proposte
Rispondi
Avatar utente
maxlovegods
Messaggi: 11
Iscritto il: mar mar 23, 2010 2:08 pm
Skype: cirano78
Località: ROMA (RM)

Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cinema?

Messaggio da maxlovegods » mer mar 02, 2011 8:19 pm

Ciao a tutti.
Sono stato ammesso ad un corso gratuito di 160 ore come "Proiezionista di cabina con indirizzo digitale".
Ovviamente dopo il corso dovrò prendere il patentino e in seguito spero che riuscirò a lavorare.
Volevo portarmi avanti con il lavoro e volevo chiedervi com'è che bisogna approcciate per essere notati dalle sale cinematografiche per essere ovviamente assunti. Quindi tipo come prendere i contatti, dove mandare i curriculum ecc...
Io ho un passato da programmatore e tecnico informatico e ora con questo corso vorrei trovare lavoro come proiezionista.
Sapete aiutarmi?
Ciao! Contattatemi se cercate un esperto IT a Roma o un futuro proiezionista (sto per fare un corso pratico/teorico)

Ciao!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24034
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer mar 02, 2011 9:41 pm

Mah, io non vorrei essere così negativo ma è la mia opinione.
Non aspettarti grosse carriere, specialmente ora nella fase di transizione. Molte catene assumono solo a tempo determinato perché a breve non sapranno che farsene della quasi totalità del personale di proiezione, che ovviamente avrà la precedenza sui nuovi assunti.

Per il resto sembrerà scontato ma:

1. Scrivere un CV senza errori grammaticali, chiaro, con una lettera di presentazione allegata, su buona carta, ben impaginato e firmato.
2. Portare il CV al cinema (magari domandare del responsabile di proiezione se esiste) o spedirlo alla direzione generale

Ciao
A
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
maxlovegods
Messaggi: 11
Iscritto il: mar mar 23, 2010 2:08 pm
Skype: cirano78
Località: ROMA (RM)

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da maxlovegods » mer mar 02, 2011 10:21 pm

Quindi stai dicendo che il proiezionista come figura sparirà? O al massimo diventerà un tecnico che stà la a controllare? Quindi un pincopallino qualsiasi?
Secondo te un corso come quello che starei per fare è una perdita di tempo?
Tu hai esperienza al riguardo?
Ciao! Contattatemi se cercate un esperto IT a Roma o un futuro proiezionista (sto per fare un corso pratico/teorico)

Ciao!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24034
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer mar 02, 2011 11:40 pm

I corsi non sono mai perdite di tempo ma dubito che possa essere di aiuto. Mi spiace essere così duro ma è abbastanza evidente che il mestiere del "proiezionista" stia lentamente sparendo. Tra uno o due anni i cinema saranno muniti esclusivamente di proiettori digitali e il proiezionista sarà una persona che realizzerà le playlist e farà un minimo di manutenzione "base" ai proiettori digitali. Per questo si pensa che non servirà più una persona fissa, bensì un tecnico esterno (magari parte della medesima azienda se grande) che si fermerà al cinema ogni tanto per fare manutenzione programmata.
Del resto non ci sono cose che si possono "riparare" in un proiettore digitale: se domani il blu non funziona più si cambia il light engine (cosa che non credo sia alla portata di tutti) e si manda il vecchio indietro.

Ciao
A
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
maxlovegods
Messaggi: 11
Iscritto il: mar mar 23, 2010 2:08 pm
Skype: cirano78
Località: ROMA (RM)

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da maxlovegods » gio mar 03, 2011 8:36 am

Ho capito. Infatti mi domandavo anche il perchè nella sezione offerte di lavoro di questo sito non ci siano più annunci recenti. Forse è proprio perchè nessuno cerca più proiezionisti?
Ciao! Contattatemi se cercate un esperto IT a Roma o un futuro proiezionista (sto per fare un corso pratico/teorico)

Ciao!

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da monco » dom mar 06, 2011 12:12 am

Mah, io sarei un po' più fiducioso. In questo momento stiamo passando al digitale e quando non ci sarà più la pellicola rimarranno sicuramente due "cose" fondamentali: il pubblico che entra ed esce e il cinema stesso. Il proiezionista sarà la figura che si occuperà di tutto: caricare i film, controllarli, scaricare e inserire le pubblicità che cambia ogni settimana, inserire trailer di spettacoli che verranno fatti via satellite e tutto questo moltiplicato per le sale; poi aprirà fisicamente il cinema dando le luci e la corrente agli impianti, adeguerà il riscaldamento e condizionamento controllandone il funzionamento; riceverà la gente, proietterà e poi chiuderà il cinema facendo il contrario di quello che ha fatto all'apertura. Poi cambierà le varie lampade dei corridoi che si bruceranno, rifornirà le macchine delle bibite, rifarà la cartellonistica. E siccome deve anche riposare avrà un'altra persona che lo sostituirà nei riposi, nelle domeniche, nelle eventuali malattie. Dunque come minimo un cinema avrà 2 figure di questo tipo + le cassiere. Ovvio che queste due figure facendo tutto avranno diritto anche ad uno stipendio sicuramente molto più alto di quello del solo proiezionista. In conclusione: molto personale che andrà in pensione non verrà sostituito ma qualche cinema si troverà per forza a dover assumere. Ciao, buona notte.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24034
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da Antonio Marcheselli » dom mar 06, 2011 9:20 pm

monco ha scritto:Mah, io sarei un po' più fiducioso. In questo momento stiamo passando al digitale e quando non ci sarà più la pellicola rimarranno sicuramente due "cose" fondamentali: il pubblico che entra ed esce e il cinema stesso. Il proiezionista sarà la figura che si occuperà di tutto: caricare i film, controllarli, scaricare e inserire le pubblicità che cambia ogni settimana, inserire trailer di spettacoli che verranno fatti via satellite e tutto questo moltiplicato per le sale; poi aprirà fisicamente il cinema dando le luci e la corrente agli impianti, adeguerà il riscaldamento e condizionamento controllandone il funzionamento; riceverà la gente, proietterà e poi chiuderà il cinema facendo il contrario di quello che ha fatto all'apertura. Poi cambierà le varie lampade dei corridoi che si bruceranno, rifornirà le macchine delle bibite, rifarà la cartellonistica. E siccome deve anche riposare avrà un'altra persona che lo sostituirà nei riposi, nelle domeniche, nelle eventuali malattie. Dunque come minimo un cinema avrà 2 figure di questo tipo + le cassiere. Ovvio che queste due figure facendo tutto avranno diritto anche ad uno stipendio sicuramente molto più alto di quello del solo proiezionista. In conclusione: molto personale che andrà in pensione non verrà sostituito ma qualche cinema si troverà per forza a dover assumere. Ciao, buona notte.
Io no :)
Film e trailer possono essere inviati direttamente dai laboratori, e si caricano automaticamente sui server. Esistono realtà in cui impostando il film sul software di cassa, il film si carica nel rispettivo server, le sale si accendono da sole in funzione dell'orario del primo spettacolo e si spengono in funzione dell'ultimo. Anche i manifesti, mostrati digitalmente tramite monitor, sono aggiornati di conseguenza. Anche il condizionamento parte con la sala, che poi un impianto di condizionamento che impostato a 20° faccia effettivamente 20° in sala non esista è un altro paio di maniche!
Tale soluzione regola anche il volume più alto se la sala è piena!

In parole povere: vuoi spostare un film da sala 1 a sala 3? Lo sposti sulla cassa, e avviene la magia nel foyer e in cabina. Certo, non è così in genere, ma è possibile ed esiste già. Non serve la scienza!
La manutenzione delle macchine la affidi a un qualcuno di esterno che passa di lì una volta ogni 15 giorni.
La manutenzione delle sale la affidi ad una ditta esterna: molti cinema non hanno il manutentore, non vedo perché dovrebbero dotarsene adesso. Le manutenzioni esterne hanno tanti pregi a livello gestionale: non hai responsabilità, non fai corsi, se viene un controllo dai la colpa all'azienda, i costi sono più o meno fissi.

Già oggi personale che fa queste mansioni non è assolutamente pagato di più di nessuno. Perché questo dovrebbe cambiare non lo so, purtroppo.

Intendiamoci, io sono uno di quello che a fronte di cifra modesta (boh, 50 euro lordi al mese?) faceva il "capo proiezione" e che poi al passaggio si è sentito dire "il capo proiezione noi non lo abbiamo". Quindi credo di avere esperienza in proposito :)

Ciao
Tony
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Nicolò89
Nuovo Utente
Messaggi: 90
Iscritto il: sab gen 16, 2010 1:21 pm

Re: Dopo il corso come dovrò approcciare per lavorare in cin

Messaggio da Nicolò89 » sab apr 09, 2011 11:07 pm

Antonio Marcheselli ha scritto:Già oggi personale che fa queste mansioni non è assolutamente pagato di più di nessuno. Perché questo dovrebbe cambiare non lo so, purtroppo.
Straquoto e confermo (mi sento un pò chiamato in causa) :D

L'operatore tra un pò di anni sarà ridotto a livello di un cassiere o maschera o barista qualsiasi....le lampadine le sanno cambiare tutti e se qualcosa non quadra tutti sanno chiamare la ditta apposita che effettua la manutenzione....quindi anche la voce "responsabile/tecnico" della struttura non si addice più...

Rispondi