LO HOBBIT: UN VIAGGIO INASPETTATO

Commenti sui film
Rispondi
Avatar utente
Gio
Utente 35mm
Messaggi: 3560
Iscritto il: gio mag 30, 2002 6:16 pm
Località: Veneto
Contatta:

LO HOBBIT: UN VIAGGIO INASPETTATO

Messaggio da Gio » lun dic 17, 2012 8:32 pm

C'era una volta uno hobbit che viveva in un buco nel terreno. Non era un buco umido e sudicio, pieno di vermi. Era un buco hobbit il che vuol dire, in una parola, comoda...

C'era una volta un tizio neozelandese col pallino del cinema, aveva il pallino per i film lunghi ed era un appasionato di Tolkien. Aveva già messo su schermo la Trilogia ed era passato poi ad uno dei primi racconti, un piccolo libro che racchiudeva in se la magia di un mondo. Ne fece un film epico, di più, ne fece materiale per 3 film, in una parola, una nuova trilogia firmata Peter Jackson.

Cos'è questo film? E' una storia che, prendendo la traccia de "Lo Hobbit", va a scavare e approfondire tutto quello che attorno alle parole scritte da Tolkien si sviluppa. In parte narrato nelle raccolte, in parte spiegato nelle appendici agli altri romanzi. Alcune cose sono talmente estrapolate che, da 4 righe nasce una spiegazione di 20 minuti, altre sono prese parola per parola, altre solo fedeli altre invece volano con la fantasia.

Sono 2 ore e mezza (senza i titoli dai) che, in tutta onestà, non mi hanno mai (e dico mai) mollato. Avevo letto che "i primi 40 minuti sono pesanti". Dove? Voi vedere che ho visto il film bagliato? Ho riso come un matto, mi sono divertito e mi sono emozionato! Non mi ha mai mollato! Dalla spiegazione-introduzione sulla città nanica nella montagna al raccordo - perfetto - con l'inizio della trilogia di LOTR fino a tutto lo svilupparsi della narrazione, al punto che mi sarei guardato anche gli altri film e il pensiero di aspettare un anno per avere il secondo capitolo mi deprime.
Tecnicamente è PJ con le sue inquadrature volteggianti, le sue carrellate possenti e una cura dei dettagli perfetta.
L'immagine (in HFR) è pulitissima e dettagliatissima, non stanca, ma ne ho già parlato altrove.
Il suono è potente e ricco, sia in dinamica che in effetti, un bellissimo mix!
Effetti speciali? Perfetti, veri! E ti credo, la sensazione dei 48fps è un'immagine più "realistica" meno "filmica" e di conseguenza anche gli effetti visivi devono tenere il passo. Primo su tutti Gollum che è impressionante, più di 10 anni fa!

Attori: siamo sinceri: Martin Freeman è veramente uno hobbit è Bilbo! E' perfetto! Tanto quanto Richard Armitage è un autentico nano (Thorin). Non si commenta per onore Sir Ian McKellen perché egli è Gandalf.

Le critiche artistiche al film lette dopo l'anteprima neozelandese mi fanno pensare che - almeno alcuni - i critici siano rimasti al banco del buffet e abbiano messo la testa in sala ogni mezz'ora giusto per vedere quando finiva...
Giovanni Zampieri
La petite Lumière cinemultisala - Belluno

Avatar utente
Walter
Amministratore
Messaggi: 3808
Iscritto il: sab giu 29, 2002 10:50 am
Località: BG
Contatta:

Re: LO HOBBIT: UN VIAGGIO INASPETTATO

Messaggio da Walter » lun dic 17, 2012 9:57 pm

Posso aggiungere, alla tua bella recensione, che ho trovato fuori luogo/stonati un paio di dialoghi, non capisco se è un problema di traduzione o proprio nativi.

ATTENZIONE: sto per fare SPOILER.
1. La frase di Saruman che asserisce che Radagast il bruno ha assunto troppi funghi allucinogeni che gli hanno ingiallito i denti.
2. Il re degli orchi sulle montagne nebbiose, poco prima di essere colpito fa Gandalf dice: "ora cosa hai da dire?" E pochi secondi dopo, dopo essere stato colpito dice con la cantilena di un bambino dell'asilo "mi hai sconfitto".

Fine SPOILER

Devo dire che a mio parere anche il suono non mi ha entusiasmato, pur essendo comunque più che buono la dinamica non è a livello di altri titoli come cavaliere oscuro il ritorno o The Avengers, per parlare di titoli recenti. C'è da dire che sono un po raffreddato, e potrei essere stato ingannato.
WALTER - Cinema Teatro Loverini
http://www.loverini.it

Avatar utente
Gio
Utente 35mm
Messaggi: 3560
Iscritto il: gio mag 30, 2002 6:16 pm
Località: Veneto
Contatta:

Re: LO HOBBIT: UN VIAGGIO INASPETTATO

Messaggio da Gio » mar dic 18, 2012 10:37 am

Del suono mi è piaciuto come sono riusciti a mixare - a parer mio - benissimo i livelli in modo da avvertire i singoli suoni in modo "naturale" come dire? Presente quando piove? C'è il vento...

Per le battute. Quella di Saruman mi ha fatto ridere, ricordiamoci che il bianco stregone dovrebbe essere buono e simpatico (però mi sono chiesto anche io quanto il conoscere LOTR possa deviare la percezione del personaggio).
Il Re Orco inzomma... Ma già la sua voce mi ha stonato un pochino eh.

Ci sono altri particolari che io avrei immaginato diversi, in alcuni casi Jackson li ha cambiati quel tanto da renderli, in effetti, più plausibili, in altri ha fatto una scelta.

Sono curioso di vedere come ha reso quello che segue subito dopo a dopo a dove finisce il film, perché leggerlo è bellissimo ma già immaginarlo film è arduo...
Giovanni Zampieri
La petite Lumière cinemultisala - Belluno

pavlov82
Messaggi: 6
Iscritto il: ven set 28, 2012 2:32 pm
Skype: pavlov982
Località: Seregno - Monza e Brianza
Contatta:

Re: LO HOBBIT: UN VIAGGIO INASPETTATO

Messaggio da pavlov82 » mar dic 18, 2012 2:38 pm

Mi sento di dire poche parole in aggiunta alla pressochè perfetta recensione di Gio:

Un film di 2 ore e mezza abbondanti che non ti molla per un secondo nonostante sai già "come andrà a finire" si può solo definire in un modo: FA-VO-LO-SO!
...And now for something completely different!!!

Rispondi