Pagina 1 di 2

VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: lun mag 11, 2020 5:06 pm
da cinerama77
Bentrovati a tutti, dopo parecchi anni di oblio ho deciso di rientrare nel mio account spinto più che altro da altri "colleghi"; avevo smesso di frequentare il sito da quando si è passati al digitale; che sinceramente non digerisco ancora dal momento che il proiezionista non ha più un ruolo serio se non semplicemente scaricare un film e premere un bottone…personalmente ritengo ed è risaputo ormai che il proiezionista a questo punto non esista più nel suo concetto classico. Ad ogni modo vista la mostruosa noia (sempre parere personale) nel condurre un freddo proiettore digitale mi sono messo a restaurare, forte della mia grande esperienza di proiezioni 16-35 mm e drive in, vecchie macchine con molta soddisfazione; ho sistemato parecchi Fumeo, una cinemeccanica Victoria 6, una Victoria 4, un Fedi 11, un 10 e un 15...insomma amici mi contattano per pareri vari e sistemare le loro "nonne"; grande emozione è stata condurre una proiezione pubblica di un intero film sonoro con una cinemeccanica a carboni l'estate scorsa che ha avuto un enorme successo (lascio qui il link ai curiosi:





oppure una bella mostra dal titolo "C'era una volta il cinematografo" presso un centro commerciale del Veneto



Rispolverando il mio account mi piacerebbe quindi supportare i colleghi appassionati che desiderino un parere per il ripristino delle macchine a pellicola. Nostalgico? Molto lo ammetto…ma non contro il progresso…anche se.... come si fa a stare in cabina senza il rumore di una V8 ad esempio oppure senza la soddisfazione di condurre un film con una lanterna a carboni? Se si ha esperienza con i carboni si ha dalla proiezione una enorme soddisfazione…nel farla si vede l'abilità e precisione del proiezionista….Molti giovani "operatori" non sanno nemmeno di cosa stia parlando…ragazzi non sapete cosa vi siete persi !!! Ho assistito recentemente al tentativo di far funzionare un proiettore a pellicola da due amici novizi…sembravano Gianni e Pinotto...
A presto!
Francesco
"Only Carbon Arcs projections"

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: lun mag 11, 2020 6:06 pm
da Antonio Marcheselli
Ciao Francesco e bentornato.

Grazie per il tuo contributo. Ho modificato il tuo intervento in modo da integrare i video youtube che hai inserito. Se dovesse ricapitarti, puoi premere sull'icone "youtube" quando componi il messaggio e inserire solo l'ID del video che vuoi inserire (cio' che compare dopo il simbolo =")

Non sei l'unico che si sta divertendo con i vecchi proiettori. Se guardi tra le ultime discussioni troverai un altro Francesco e il sottoscritto! :)

Molto belle le proiezioni a Treviso all'Aperto. Non pensavo che la proiezione a carboni generasse un fumo cosi' evidente!!

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: lun mag 11, 2020 10:31 pm
da cinerama77
Grazie per la risposta....in effetti la proiezione all'aperto con la macchina a carboni è affascinante...fa molto atmosfera di fantasmi, di ombre, di illusione....come è appunto il cinema; i carboni producono inoltre una luce particolare a 3000 K che è più calda rispetto a quella dell'ampolla xenon oltre a una bella colonna di fumo esuberante...eh si i carboni sono sempre stati "croce e delizia" dei proiezionisti... ne ho sempre sentito, fin da piccolo, parlare male....i carboni sono difficili da seguire, i carboni puzzano (in effetti sanno di zolfo), sono radioattivi, (per via del cerio e delle terre rare di cui sono fatti) fanno cenere e una montagna di fumo....ricordo a scuola che la lanterna "astro 35" del fedi 11 (detta gobbona per via della forma curva) produceva molto fumo e regnava costantemente una spessa nebbiolina in cabina che ti levava il fiato...un altro problema era dovuto al eventuale umidità ambientale...(se c'era nebbia d'inverno erano dolori) e al residuo di alternata presente nella corrente continua generata dal raddrizzatore al selenio.... Risultato ....fiamma e avanzamento automatico molto instabili che facevano bruciare male i carboni e impazzire l'operatore....a presto F

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mar mag 12, 2020 1:36 am
da Antonio Marcheselli
Interessante la temperatura colore dei carboni. Tuttavia 3000K mi pare un po' eccessivo, considerando che una Xenon dovrebbe stare sui 6200K. Leggendo online mi sembra di capire che le copie stampate ai tempi dei carboni erano fatte per una temperatura colore di 5400K, +600K/-200K (SMPTE 196). Trovo anche pagine che parlano di 3600K ma onestamente mi pare eccessivo! Sarei curioso di misurare la temperatura colore con un colorimetro!

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mar mag 12, 2020 11:35 am
da Elia Orselli
Il Mannino-Patanè sulla temperatura colore dice:
p.83 7a ed. 1967 ha scritto:Per fissare meglio le idee, nelle fig. [...] sono riportate le curve spettrofotometriche, nell'intervallo della sensibilità dell'occhio umano, della luce diurna, dell'arco a carboni ad alta intensità e della lampada al gas xenon della Osram e ciascuna di esse è affiancata dalla curva di Planck che la rappresenta con la migliore approssimazione. È facile concludere che le luci anzidette possono considerarsi tutte come aventi temperatura di colore compresa tra 5500 e 6000 K.
Screenshot_107.png
Luce diurna
Screenshot_107.png (188.44 KiB) Visto 1333 volte
Screenshot_108.png
Arco a carboni
Screenshot_108.png (190.42 KiB) Visto 1333 volte
Screenshot_109.png
Xenon
Screenshot_109.png (201.29 KiB) Visto 1333 volte

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mar mag 12, 2020 12:03 pm
da Antonio Marcheselli
Grazie Elia!

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mar mag 12, 2020 12:36 pm
da Elia Orselli
Aggiungo un paio di grafici da un articolo (citato a sua volta da Mannino-Patanè):
Donald V. Kloepfel, «The Characteristics and Compatibility of Projection Light Sources», Journal of the SMPTE, vol. 76, fasc. 3, marzo 1967, pp. 182–184.
Screenshot_110.png
Screenshot_110.png (39.94 KiB) Visto 1327 volte
Screenshot_111.png
Figure 5 indicates the position of a group of high-intensity carbons, xenon lamps, and the blackbody locus on the ICI chromaticity curve. Note that high intensity carbon coordinatrs place them above the blackbody curve and shifted slightly toward green. Xenon falls below, but generally closer to the blackbody locus and shifted slightly toward blue. If the blackbody locus is to be considered the criterion, then it can be said that incident high-intensity carbon arc light is too green and that xcnon light is too blue. Visually the difference is small.
Screenshot_111.png (25.02 KiB) Visto 1327 volte
Screenshot_112.png
Screenshot_112.png (37.23 KiB) Visto 1327 volte

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mer mag 13, 2020 6:55 pm
da FrancescoV
Ciao Francesco, ciao a tutti! Che meraviglia le tue macchine e la Victoria a carboni poi...top! Davvero complimenti. È sempre una gioia vedere in salute e in uso le "Vecchie Signore". Sono quasi alla fine anch'io con i miei pasticci da principiante, vi aggiornerò presto con le immagini e la sistemazione definitiva.
Mi piacerebbe tanto potervi venire a conoscere di persona per ammirare i vostri lavori e condividere esperienze...non è detto che prima o poi non lo faccia. Per fortuna c'è il forum che accorcia le distanze. Ho quasi finito e ho già voglia di ricominciare. La soddisfazione e la gioia di un salvataggio non si possono descrivere. Beh...posto per un proiettore in casa c'è ancora... :colpa:
Un saluto a tutti e ancora complimenti al mio omonimo!

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mer mag 13, 2020 11:26 pm
da cinerama77
Grazie di cuore per i vostri commenti e delle precisazioni, in effetti non saranno 3000 kelvin ma la luce dei carboni è più "calda" rispetto alla luce fredda dell'ampolla xenon; per quanto riguarda le macchine sono il frutto di 25 anni di lavoro e tanta pazienza e passione; condivido, ogni restauro è una conquista; le maggiori soddisfazioni sono stati il recupero della "Victoria VI C stella" (denominata "Super Victoria CinemaScope" )del 1959 che ho usato per quindici anni in arena estiva e che ho salvato dal ferro vecchio e il restauro di un Fedi X Italia del 1949 matricola 157; restaurandolo ho trovato nascosta sotto l'otturatore la firma del dipendente Fedi sig. Mazzola Cesare che lo costruì il 29 ottobre del 1949! È inutile descrivere l'emozione provata con quella scoperta....un messaggio nascosto che solo un altro tecnico poteva trovare....appena recupero la foto la posto. A presto Francesco

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: sab mag 16, 2020 11:17 pm
da cinerama77
Buonasera a tutti…ecco delle immagini di alcune macchine a passo normale da me restaurate:
Alcune foto sono del mio ultimo lavoro, un Fedi XV del 1962 di cui sto ancora restaurando la lanterna a carboni.
Altre foto riguardano un Fedi X del 1949 e del messaggio nascosto da me scoperto di cui vi ho parlato qualche giorno fa...
Infine le ultime sono del mitico Victoria VI C stella nella versione originale del 1959, e nelle successive versioni alleggerite (senza scatole parafuoco e corridoi contro l'incendio) e con lanterna xenon. Quest'ultima versione è stata da me usata molti anni in arena estiva; ho voluto col restauro ripristinare la macchina come è nata e ricordare le sue successive trasformazioni col passare degli anni.
Le macchine sono tutte perfettamente funzionanti, del Fedi X devo finire di sistemare il portaobiettivo e del Fedi XV, come dicevo, la lanterna.
Il restauro e il ripristino del funzionamento di queste signore è impegnativo e necessita di moltissimo tempo e pazienza.
A presto
Francesco

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: dom mag 17, 2020 1:18 am
da Antonio Marcheselli
La VI era quella usata dal Cinema Adriano di Firenze - le hanno usate fino alla conversione digitale! Da una foto che ho recuperato si trattava di VI-C. Qual e' la differenza?

Sul discorso carboni e "colore" della luce, vedo che carboni e Xenon hanno anche uno spettro differente. Questo comporta un buffo effetto che si descrive con un parolone: metamerismo. In pratica due sorgenti di luce con spettro diverso potrebbero essere viste diverse da un occhio umano pur leggendo le medesime coordinate su di un colorimetro. E' quello che succede con i proiettori Laser, il cui spettro e' composto da 3 o 6 picchi molto stretti in corrispondenza di Rosso, Verde e Blu, quando confrontati con una sorgente luminosa Xenon.

Piu' vicino a noi, prendete un monitor con illuminazione a lampada CCFL e uno con illuminazione a LED; tarateli per 6500K e poi confrontate il "bianco": sara' molto diverso nonostante la calibrazione.

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: dom mag 17, 2020 11:53 am
da cinerama77
Buongiorno, dalla foto sembra anch'essa una Sesta C stella ma senza la torretta e più vecchia della mia perché ha il basamento più sottile; da quello che ho ricostruito questo modello è stato presentato in versione C (Cinemascope) come SuperVictoria nel 1954 con l'avvento dei nuovi sistemi "larghi" ovvero il Cinemascope, il Vistavision e il Perspecta Sound allo scopo di avere un proiettore "universale" per poter proiettare tutti i formati di immagine e suono; la macchina è stata prodotta in questa versione dal 1954 al 1961 e fu sostituita dalla Victoria 8 che era a mezza via fra il Victoria 4 per piccole sale e il Victoria X specifico per grandissime sale e drive in. La V6 C è una macchina completamente meccanica a bagno d'olio e senza le trasmissioni del motore e della bobina inferiore a cinghia tipiche della sorella maggiore Victoria 8. Qui di seguito vi giro delle rare immagini di questa macchina direi ormai molto rara rispetto alla V8 (che ha avuto una vita molto più lunga in varie versioni e allestimenti) recuperate dai bollettini tecnici Cinemeccanica.

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mar mag 19, 2020 8:33 pm
da vspaziov
link magistrale,W la pellicola W la lanterna a carboni.

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: mer mag 20, 2020 10:56 am
da vspaziov
Un plauso a Cinerama per il magnifico lavoro che ha,e sta svolgendo in merito a queste Signore Macchine,piacerebbe intanto sottolineare i tanti che pure hanno svolto questo hobby ma non si sentono più,e piacerebbe ricontattare,come Alvaro,Matteo33,Tobia Scapin,PioPion e altri che mi sfuggono adesso,ragazzi avete contatti con queste persone?

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: gio mag 21, 2020 10:04 pm
da Antonio Marcheselli
Anche a me dispiace che non siano piu' attivi sul forum ma onestamente non sono a conoscenza del motivo. Immagino per sopraggiunti impegni.

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: lun giu 29, 2020 10:25 pm
da cinerama77
Buonasera, aggiornamento sul restauro della lanterna ad arco a specchio "Astro 35 E" del Fedi XV ovvero il modello alleggerito che si distingue dalla A35 normale di equipaggio al Fedi XI...la lanterna del 1962 è finita, revisionata e perfettamente funzionante. Nella seconda foto notare il soffiatore dell'arco e nella terza il quadretto indicatore originale Fedi ove vengono riflesse le punte degli elettrodi allo scopo di mantenere a fuoco l'arco. Per i non avezzi alle lanterne a carboni le due manopole bianche servono per la regolazione dell'elettrodo negativo e positivo e quindi per l'innesco dell'arco, quella rossa è il reostato che regola la velocità del motorino di avanzamento dei carboni e quelle metalliche che si intravvedono sotto servono per la regolazione indipendente della velocità di avanzamento del negativo e del positivo. Lo specchietto alla sinistra del vetro nero centrale di ispezione serve per riflettere l'immagine delle punte dei carboni incandescenti sullo schermetto a destra contrassegnato da un + e un - ; le manopole metalliche sul retro della lanterna servono per spostare verticalmente, orizzontalmente e perpendicolarmente la parabola interna; funziona con carboni in coppia 6 negativo e 7 positivo per un amperaggio massimo di 60-65 amp. P.S manca lo specchio da 350 mm che devo ancora montare. A presto Francesco

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: lun giu 29, 2020 11:19 pm
da FrancescoV
Wow Francesco!
Vista qui in grande è ancora più impressionante. Sembra davvero nuova appena uscita dallo stabilimento!
Complimenti davvero, gran lavoro!

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: ven lug 10, 2020 9:54 am
da leonardoleo
buongiorno , ho ricevuto l'incarico di vendere 2 macchine datate, una è una cinelabor Firenze-altra cinemeccanica Milano- non riesco a mettere le foto qui, mi spiegate come si fa? una è a carbone o sistema similare.ci sono interessati?grazie

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: ven lug 10, 2020 11:36 am
da Antonio Marcheselli
Leonardo

Benvenuto.
Per inserire immagini, seleziona "allegati" sotto la finestra di composizione (nell'editor completo).

Ti prego di leggere il regolamento prima di inserire messaggi di compra-vendita.
Infine, il messaggio che hai inserito qui non ha niente a che vedere con l'oggetto della discussione. Non e' la fine del mondo ma ti prego di seguire l'organizzazione del forum. Per una domanda come questa "questo forum" sarebbe stato piu' adatto o, alternativamente, puoi aspettare piu' di un minuto per darmi tempo di rispondere alla tua mail privata.

Saluti
Antonio

Re: VECCHIE SIGNORE A CARBONI E PELLICOLE

Inviato: dom lug 12, 2020 10:50 pm
da cinerama77
Buonasera a tutti,
ho finalmente terminato il Fedi XV° montando la sua lanterna Astro 35 E; ora è solo il momento di provarlo, metterlo a punto e vedere come va; la macchina è completamente funzionante sia dal punto di vista meccanico, che dal punto di vista dell'immagine e del suono. Sono molto soddisfatto del lavoro dal momento che ne è risultata una macchina del 1962 completamente originale (come se ne trovano poche), non pasticciata (come se ne vedono molte in giro purtroppo) e restaurata a regola d'arte con molta cura. Ho voluto lasciare i segni dell'uso e del tempo perché secondo me deve mostrare il vissuto del suo lavoro….ci sono persone che restaurando un auto la vogliono scintillante come uscita di fabbrica….sinceramente non condivido..ma come al solito è un mio parere personale...Allego qualche immagine. Prossimo lavoro il restauro di una lanterna a carboni Zenith 420 della cinemeccanica che era di equipaggio a un Victoria 8. Nel frattempo in Agosto, ho in programma, per conto del Comune di Treviso, ben due proiezioni pubbliche con la Victoria 6 C a carboni e arco a specchio Zenith 350. A presto.