Victoria 8r

Rimessa in funzione delle "Vecchie Signore"
Maxvit
Nuovo Utente
Messaggi: 77
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:37 pm
Località: Umbria

Re: Victoria 8r

Messaggio da Maxvit » lun mar 16, 2020 10:36 am

ma guarda....effettivamente la luce di una lampada scarica è diversa rispetto alle solite quarzine
ho riguardato le foto....ottima soluzione sfruttare i
l'attacco della xenon.....per fare prove va benissimo.....poi quando deciderai dove piazzare il proiettore e a che distanza proietterei allora vedrai cosa fare
domanda, ma le prove di luminosità le hai fatte a macchina ferma o sei riuscito a far partire in qualche modo il proiettore?
Max

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » lun mar 16, 2020 11:22 am

Ciao Max!
Per ora diciamo che è stato più come proiettrare delle diapositive...il proiettore è ancora fermo in attesa del passaggio dell'emergenza e dell'elettricista che mi assista nel ripristino. Per provare quindi ho cotto alcuni fotogrammi di pellicola presi da alcuni ritagli che avevo per casa. Il risultato a 7 metri di distanza mi è sembrato incoraggiante anche sulle immagini con molto nero. Bisognerà capire con obiettivo a focale più corta quanta luminosità si perda effettivamente all'aumentare del quadro.
Sarei molto tentato di ricablare io stesso il motore. nel frattempo ho costruito un supporto per l'inverter che ho alloggiato alla base del proiettore sfruttando alcuni fori già presenti nel piedistallo. Ciò che mi frena è il non sapere se il vecchio interruttore a resistenze (che come mi avete detto diventerà un contatto pulito) sia idoneo al passaggio della 220 trifase. Per il resto penso sia semplice. La 220 monofase entra nell'inverter, esce trifase (settandolo a 50hz) e và a riallacciarsi all'ingresso rete nella morsettiera del proiettore. Nella mia mente ignorante funziona ma attenderò. La paura di fare danni è troppa...
Per ora quindi tutto fermo. Non sapete la voglia di poter tornare a dedicarsi a questo lavoro. Ahimè temo si dovrà attendere ancora un po'.
Buona giornata a tutti!

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 1009
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Victoria 8r

Messaggio da Elia Orselli » lun mar 16, 2020 9:13 pm

No, no. Il vecchio interruttore a resistenze lo devi usare come contatto pulito sul circuito di comando dell'inverter, non per inserirlo in mezzo tra inverter e motore!
Elia

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » lun mar 16, 2020 10:30 pm

Sì sì Elia, non ti preoccupare, non lo faccio!!! Giuro!!! Probabilmente ho scritto male.
Dunque, ricapitolo meglio. La 220 monofase entra nell'inverter. Esce trifase e usando parte del vecchio cablaggio (o se ne fa uno nuovo) va al motore.
Il vecchio interruttore farà da 0/1 acceso spento come comando remoto dell'inverter...
Ripeto, non ho idea di come si setti l'inverter e nemmeno di come far diventare un interruttore 0/1 il vecchio interruttore...quindi desisto. Anche se la tentazione di metterci mano è forte e qui i tempi si dilatano sempre più... :confuso:
Per prova potrei collegare direttamente inverter e motore e comandarlo direttamente dall'inverter usando la manettina e manualmente portarlo da 0 a 50Hz...ma non lo farò!!!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar mar 17, 2020 1:18 am

ma l'inverter e' un cinemeccanica? Quelli erano pre-settati che io sappia. Avevano pochissimi parametri.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 1009
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Victoria 8r

Messaggio da Elia Orselli » mar mar 17, 2020 10:03 am

ma l'inverter e' un cinemeccanica?
No: Francesco scriveva che
nello stesso posto in cui l’hanno revisionato e convertito ho comprato l’inverter adatto
Con un tachimetro dovrai trovare la velocità corretta per avere i 24 fotogrammi. Indicativamente potrà essere d'aiuto il dispositivo mascarini, visto che la serranda rimane aperta solo se hai una velocità minima corretta (ma rimane aperto anche a velocità superiori, ovviamente).
Probabilmente ho scritto male.
Fortunatamente sì :D Non stare a usare i vecchi cablaggi
Elia

Maxvit
Nuovo Utente
Messaggi: 77
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:37 pm
Località: Umbria

Re: Victoria 8r

Messaggio da Maxvit » mar mar 17, 2020 10:29 am

...io sono più elettromeccanico che elettronico e non ho mai usato un inverter quindi mi pongo il dubbio:
ma se io dall'inverter faccio uscire 220 trifase a 50hz stabili perchè non posso usare il cablaggio originale?

Poi...relativamente alla luminosità.....da quanto ho capito stai usando il proiettore a mo di diapositiva quindi fotogramma fermo e otturatore aperto....ci credo che in questo caso la luce ti basta...non hai la perdita di luce dovuta dall'otturatore in moto....effettivamente i proiettori da diapositive 35mm casalinghi hanno lampade alogene dicroiche da 100 o 150 w e la luminosità è buona
dovrai vedere quando metti in moto cosa succede.....
intanto per fare prove e tarature va più che bene
adesso che obbiettivi hai montato?
Max

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » mar mar 17, 2020 10:54 am

Grazie a tutti per le risposte.
Elia mi parla di tachimetro...e cos'è questo sconosciuto?!?! Pensavo bastasse rialimentare il motore a 50hz costanti per avere la giusta velocità...aiuto!!!
L'inverter non è un Cinemeccanica come ha notato Elia. È di un'altra marca e mi è stato venduto da chi ha revisionato il motore. Appena possibile vi allego un paio di immagini. Mi chiedevo anche a questo punto in che modo il relè di sicurezza si frapponga nel nuovo cablaggio...dovrebbe scattare in caso di rottura pellicola giusto? Anche lui quindi dovrà interagira con l'inverter? Tutto molto complesso.
Rispondo a Max per gli obiettivi. Attualmente sono questi
6f0ac868-2fca-4d6c-b2ab-930ba8c983fe.jpg
6f0ac868-2fca-4d6c-b2ab-930ba8c983fe.jpg (20.22 KiB) Visto 246 volte
Dovrebbero essere un 90 e un 135mm più lo scope.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar mar 17, 2020 1:20 pm

Elia Orselli ha scritto:
mar mar 17, 2020 10:03 am
Con un tachimetro dovrai trovare la velocità corretta per avere i 24 fotogrammi. Indicativamente potrà essere d'aiuto il dispositivo mascarini, visto che la serranda rimane aperta solo se hai una velocità minima corretta (ma rimane aperto anche a velocità superiori, ovviamente)
Onestamente non credo serva un tachimetro. Penso che quel motore, mandato alla sua tensione nominale e 50Hz, produca 24fps. Se lo colleghi alla trifase "nudo e crudo" funziona, non c'erano regolazioni di velocita' prima degli inverter.

L'inverter ti permette di andare piu' piano - e forse un po' piu' veloce andando fuori specifiche? Ma non mi preoccuperei troppo.

(ora che ci penso pero' quelle macchine erano anche progettate per andare indietro a 32fps. Ma quelle avevano tutte l'inverter se non erro)

Francesco,
tutto cio' che prima faceva "start e stop" dovra' essere collegato allo start e stop dell'inverter. Anni fa installai anche io un inverter e ricordo ancora le MILLE MILA pagine del manuale. Ma alla fine molti di quei parametri non ti servono: il motore dovrebbe funzionare correttamente quasi "out of the box" e poi se vuoi puoi regolare le rampe e le velocita'.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » mar mar 17, 2020 1:53 pm

Grazie Antonio, penso anch'io che sia meno complesso di ciò che sembra...e a dire il vero non usando xenon, non proiettando pellicole infiammabili e avendo sempre la macchina sott'occhio durante il funzionamento probabilmente anche il dispositivo di sicurezza si potrebbe bypassare. Spero chi metterà mano possa mantenerlo, più che altro per originalità, altrimenti se ne farà a meno.
Appena riesco vi posto una foto dell'inverter comunque. Magari qualcuno lo conosce e poi sì, una volta collegato gli si darà una rampa in secondi per andare da 0 a 50hz. Penso anch'io che già così con la configurazione di base, in uscita dalla scatola, dovrebbe fare il suo lavoro portando in 5 secondi il motore a regime e poi se uno lo desidera va a modificare i parametri.
Grazie a tutti per gli aiuti!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar mar 17, 2020 2:07 pm

Manda il modello. Ricordo che quello che montai io aveva un "quick start" che era abbastanza banale e poi un miliardo di parametri nella configurazione avanzata. Alla fine quei mille parametri non mi servirono.

Nel caso del proiettore i 5s di rampa in spegnimento erano troppi perche' le bobine di recupero si fermavano subito e la pellicola perdeva tensione.

Ma capisco bene la cautela nel collegare il tutto.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » mar mar 17, 2020 3:54 pm

Bonfiglioli Vectron S2U
Inverter.JPG
Inverter.JPG (248.07 KiB) Visto 231 volte
L1, L3 e RST non si vedono nell'immagine ma sono nella parte inferiore.

Maxvit
Nuovo Utente
Messaggi: 77
Iscritto il: mar gen 22, 2008 8:37 pm
Località: Umbria

Re: Victoria 8r

Messaggio da Maxvit » mar mar 17, 2020 5:36 pm

Mi sa che il proiettore era montato in una classica sala lunga visto la lunghezza focale delle ottiche....con il 90 effettivamente a 6<7 metri il quadro è piccolo....dovresti trovare un 70 o meglio un 60...ma avrai tutto il tempo per cercarle....le trovi anche su ebay devi stare solo attento al diametro
Ritornando all'inverter....come dicevo se setti l'inverter per darti una uscita costante a 220 trifase e 50 hz e azioni il quick start hai la tensione ai poli e puoi usare tranquillamente il cablaggio originale......aveva fatto così anche quel signore della zona di milano...un certo Max se non erro che scriveva sul forum e aveva riattivato un Fedi X con l'inverter lasciando i cablaggi originali...trovi i video su Youtube sotto la voce proiezioni 35mmin casa
Confermo poi quello che ha detto Antonio.....quei motori sono avvolti per dare il giusto numero di giri alla tensione stabilita e alla frequenza stabilita, quindi se ti hanno riavvolto il motore trifase a 50hz se colleghi i cavi giusti e gli dai 220 trifase e 50hz il motore gira a regime esatto.
Linverter oltre a creare la terza fase permette una variazione della frequenza per poter fare ubn avviamento lento fino al regime di frequenza che gli viene impostato
Per il discorso riavvogimento non conosco il V8r ma ad esempio il V5mi avevano un motore dedicato per il riavvolgimento che andava più veloce
Max

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar mar 17, 2020 5:56 pm

I V5 che ho usato io utilizzava un solo motore - anche i V8. Immagino che fosse cosi' prima dell'avvento degli inverter?
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » mar mar 17, 2020 6:17 pm

Ciao Max!
Parlando di obiettivi un 60mm penso anch'io sarebbe ottimale...con calma ne cercherò uno.
Ho presente i video a cui fai riferimento. Un lavoro bellissimo quello fatto dal Sig. Max! Vado a rivederli per capire meglio in che modo abbia collegato le cose sul Fedi...li ho visti molto tempo fa e non mi ricordo.
Ti chiedo, mi spieghi meglio la questione del quick start? È possibile che l'inverter eroghi in uscita la corrente costante e che io azioni la macchina con il suo comando usando il vecchio cablaggio e interruttore così comè senza rovinarsi? Sarebbe magnifico...

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 1009
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Victoria 8r

Messaggio da Elia Orselli » mar mar 17, 2020 6:53 pm

Il V8r ha un solo motore (più uno soffiante sul quadruccio) di marcia avanti. La R non sta per marcia indietro, ma per ridotto: il proiettore non ha il rocchetto per la testa del magnetico e non può essere trasformato a 70mm.

Il dispositivo di sicurezza puoi recuperarlo senza problemi: sul selettore a leva ci sono dei contatti normalmente aperti e dei normalmente chiusi, dovrai inserire uno di quelli chiusi in serie al comando dell'inverter.

Il quick start è una modalità di settaggio di base dell'inverter, bisogna vedere se le caratteristiche del motore ricadono in quelle standard previste dall'inverter.
Elia

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » mar mar 17, 2020 7:05 pm

Grazie Elia! Chiaro per il quick start...tutto il resto più o meno...immagino delle cose ma non ho le competenze per capire se corrispondano o no alla realtà. Attenderò l'intervento dell'esperto.
Comunque Max ricordava bene. Sono andato a recuperare il video di cui parlava ed in effetti il lavoro fatto sul Fedi a cui faceva riferimento è proprio così.
Inverter direttamente collegato alla morsettiera e tutto funziona come in origine. Anche questa possibilità da domandare all'esperto. Chissà quando si potrà???
Vorrei tanto avervi tutti qui a darmi una mano! Ne so davvero troppo poco...
Grazie comunque a tutti, soprattutto in questi giorni di detenzione casalinga. È bello poter parlare dei nostri amati proiettori anche solo per far passare un po' più in fretta il tempo!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer mar 18, 2020 2:55 pm

Ad usare R era Kinoton se non ricordo male? Cinemeccanica usava MI - Marcia Indietro.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 1009
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Victoria 8r

Messaggio da Elia Orselli » mer mar 18, 2020 8:48 pm

Esatto
Elia

FrancescoV
Nuovo Utente
Messaggi: 66
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » gio mar 19, 2020 1:25 am

Ciao a tutti!!!
Non ho resistito, ho studiato e ho collegato il motore e...funziona!!! Grandissima emozione ma una perplessità di cui chiedo lumi a voi.
Ho fatto girare molto la macchina e un paio di volte è successo che dal motore sia colato un po' di olio (?) grigio verdastro. Può essere che avendolo rifatto sia stato lubrificato magari in eccesso e si stia liberando di questo liquido o mi devo preoccupare? Non ho pensato di fare una foto con la goccia grande ma vi allego un'immagine da cui si può capire. Proprio sotto la vite e intorno alla ghiera noterete il principio di perdita...
Motore_olio.JPG
Motore_olio.JPG (257.95 KiB) Visto 165 volte
A parte questo non hoh notato nulla di strano, tutto gira perfettamente senza strani rumori e il motore non scalda assolutamente. L'inverter gli rende la vita dolcissima! Ho proiettato l'unico trailer trovato di fortuna e l'immagine è splendida e luminosa. A parte il manifestarsi di questa perdita quindi tutto bene. Ditemi se posso continuare ad usarlo e sperimentare o se è meglio fermarsi secondo voi.
Seconda domanda. Il sonoro. Ho ricollegato i trasformatorini rispettivamente al ricevitore e al led. Ma non ho ancora collegato cavi al processore.
Ora, il ricevitore non credo manifesti molta vita per cui presumo funzioni. Ho controllato le polarità ma non ha dato segni visibili di vita.
Il led però dovrebbe accendersi!!!! Invece nulla. Lì ho letto che la polarità non conta e si possono invertire i fili del trasformatore senza far danni.
Il problema è che il collegamento così com'è è a me incomprensibile. Allego foto e provo a spiegarmi.
Led_audio.JPG
Led_audio.JPG (242.59 KiB) Visto 165 volte
I due cavi neri alla sinistra del mio pollice (con le estremità arancioni in ingresso) sono quelli provenienti dal trasformatore. Subito a sinistra (davanti al mio anulare) i cavi rosso e nero con le estremità bianche in uscita presumo vanno al led.
Problema. Lo scatolotto azzurro in cui entrano cosa diamine è??? Anche perchè all'estremità superiore un cavo grigio e uno giallo/verde entrano nella macchina dove si connettono ad un selettore 3 posizioni passando per un fusibile a cui è anche ancora collegato il vecchio potenziometro per l'eccitatrice...tutto veramente complicato!!!
Domanda. Se anche qui bypasso tutto e collego i fili del trasformatore direttamente ai fili (rosso e nero) che vanno al led faccio danni? In teoria il manuale descrive così l'operazione. A parte non avere la possibilità di spegnerlo o escludere il sonoro meccanicamente dalla macchina per il momento dovrebbe funzionare...no?
Attendo feedback da voi per tutto.
Grazie mille, a presto!!!

Rispondi