Victoria 8r

Rimessa in funzione delle "Vecchie Signore"
FrancescoV
Utente 8mm
Messaggi: 123
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » sab lug 04, 2020 2:12 am

Ciao Antonio,
ecco la frizione, direi proprio del tipo a molla, il secondo che hai elencato.
frizione.JPG
frizione.JPG (131.65 KiB) Visto 148 volte
Io la setto in maniera che la trazione avvenga in modo abbastanza libero, giusto un minimo di resistenza affinchè la bobina superiore in questo caso non prenda il largo e che la pellicola rischi di srotolarsi con troppa enfasi. A fine proiezione mi accorgo però che la resistenza è molto aumentata. È normale che non sia come l'avevo messa io all'inizio? Bisogna controllare a ogni proiezione che la bobina giri come desiderato?

Ecco i famosi pallini rossi che ho compreso dover restare allineati allineati.
rocchetto_cdm.JPG
rocchetto_cdm.JPG (180.05 KiB) Visto 148 volte
Se mantenuti in questa posizione sempre come da disegno anche il pallino rosso sulla manopolona di regolazione rimane perfettamente in asse rivolto verso l'alto. Bene, ho sempre sbagliato a fare la messa in quadro...somaro che sono!!! Ho imparato una nuova lezione. Ovviamente quindi in questa posizione il mio problema di ticchettio è risolto. Evidentemente il movimento non è stato progettato per lavorare sempre regolato verso il fine corsa in basso e gioco forza ticchetta. Non lo sapevo davvero. Si agisce sulla manopola solo in caso di emergenza per giunta malfatta in caso "salti" il quadro quindi. La proiezione è davvero stabile quindi non avrò sicuramente bisogno di modificare il quadro se ben fatto in partenza con altro metodo.
Come si vede rimane comunque margine sia verso l'alto che verso il basso per minime regolazioni come pronosticavi tu.
Ottimo. Chiedo scusa alle Vic8, soprattutto alla mia per averla inconsapevolmente maltrattata sinora. Giuro, non lo farò più!
Aspetto consigli per la frizione!
Ancora grazie per l'attenzione e la competenza!!!

FrancescoV
Utente 8mm
Messaggi: 123
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » sab lug 04, 2020 2:16 am

Nottambulo Elia!
Quindi il segnale rosso sulla manopola dovrebbe essere verso l'operatore?
In quel caso sul mio proiettore il pallino vicino al rocchetto sarebbe leggermente più basso di come lo vedi ora in foto. Ci sarebbe leggermente più margine verso l'alto ma assolutamente fuori zona pericolo rumorini strani!
Domattina andrò subito a ruotarlo di 90 gradi in senso antiorario e non toccherò più!
Imparerò a fare la messa in quadro spostando la pellicola nel corridoio facendola scorrere a mano e in seguito a fissarla al rocchetto.
Grazie mille davvero. Ero davvero preoccupato e mi avete sciolto un grande groppo sullo stomaco!!!

Avatar utente
Mauro
Moderatore
Messaggi: 4222
Iscritto il: mer mag 28, 2003 11:58 am
Località: Milano

Re: Victoria 8r

Messaggio da Mauro » sab lug 04, 2020 8:09 am

Prima di caricare la pellicola controlla sempre che la croce di malta non sia in fase di scatto, altrimenti avrsi un fuori quadro assicurato :Doh:
Per controllare fai girare il motore a mano e ti fermi non appena la croce di malta termina l'avanzamento.
"Only the projectionist gets final cut" (W.Friedkin)

FrancescoV
Utente 8mm
Messaggi: 123
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » sab lug 04, 2020 9:49 am

Ok Mauro! Grazie!

cinerama77
Messaggi: 39
Iscritto il: dom giu 26, 2005 3:35 pm
Località: Veneto

Re: Victoria 8r

Messaggio da cinerama77 » sab lug 04, 2020 11:17 am

Ciao secondo le vecchie regole la frizione del tiraggio pellicola andrebbe regolata con l'uso di un dinamometro a 250 grammi....poi si fa un po a occhio l'importante è che non sia stretta altrimenti si può forzare la perforazione e rovinare il film; buona regola è, in fase di avviamento tenere la bobina inferiore in modo che la pellicola sia tesa e accompagnarla nel primo giro, se non si fa ciò può succedere che strappi specie con film in triacetato, col poliestere è più pericoloso perché essendo piu resistente,col colpo, si può storgere e andare fuori asse il perno della bobina.
È stato un piacere chiacchierare con Francesco essendo spariti tutti gli operatori nel triveneto...oggi sono andato a Padova da un mio amico ex riparatore cinemeccanica e ho trovato il famoso bicchierino del compensatore sonoro del V8 di Francesco....a presto F

FrancescoV
Utente 8mm
Messaggi: 123
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » sab lug 04, 2020 11:32 am

Grazie Francesco. Un piacere enorme per me. Anche qui nella mia zona non ho nessuno con cui condividere gioie e dolori riguardo il 35mm.
Grazie al forum ho trovato persone generose e per bene con cui è piacevole avere scambi, contatti e confronti.
Sempre più mi rendo conto che c'è ancora molto da imparare. È bellissimo lo spirito di condivisione senza invidie e segreti (chissà poi che segreti) che spesso ho avuto l'impressione in passato non volessero svelarmi. Qui per fortuna ciò non accade ed è davvero bello poter gioire per i propri lavori e per quelli degli altri.
Ci sentiamo privatamente per il bicchierino di cui sin d'ora ti ringrazio infinitamente!!!!
Buon weekend a tutti!!!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24264
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » sab lug 04, 2020 12:12 pm

Piu' che altro spostando continuamente la manopola del quadro potresti essere in difficolta' con contenuto non cinemascope dove a volte trovi la stampa "a tutto fotogramma" ma dove solo la parte centrale deve essere proiettata: un problema molto, molto frequente nei cinema ai tempi del 35mm quando il quadro veniva regolato a caso per "non tagliare le teste" e poi ti trovavi sistematicamente microfoni e oggetti vari di ripresa sullo schermo.

Dove lavoravo avevevo fatto la regolazione con la RP40 per tutte le sale e poi avevo anche fatto una foto di riferimento al nostro "policy" di bugs bunny che terminava con una scritta malefica che era a bordo dello schermo e che spesso finiva tagliata a meta' o parzialmente fuori dallo schermo: la scritta era plastificata e appesa al muro di fronte al proiettore ed era di aiuto per regolare precisamente il quadro nelle rare occasioni in cui la manopola del quadro venisse ruotata per un' emergenza.
Infine sulla manopola stessa c'era una linea che doveva essere orizzontale - se non lo era tutti sapevano che la manopola era stata ruotata e che doveva essere rimessa a posto allo spettacolo successivo.
Ma, di nuovo, erano eventualita' molto rare.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

FrancescoV
Utente 8mm
Messaggi: 123
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » sab lug 04, 2020 4:19 pm

Hai ragione Antonio. Mi è capitato con una delle pellicole che ho. I campi sono a “tutto schermo” i controcampi coprono solo la parte centrale. Se non ben regolato il quadro (ed è anche interessante da vedere) spunta tutto il set!!! Pannelli, faretti e giraffe. Ovviamente non accettabile al cinema. Di norma lascio sempre qualche centimetro di “aria in testa” sullo schermo.
Interessante il metodo Warner! Non avrei immaginato.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24264
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Victoria 8r

Messaggio da Antonio Marcheselli » sab lug 04, 2020 4:36 pm

Non era il metodo Warner, era il mio metodo :)

Ad "occhio" puoi fare solo in scope visto che l'intero fotogramma e' proiettato ed e' semplice CENTRARLO. Nota bene: CENTRARLO! Anche in questo caso ho visto tanti film dove il "proiezionista" aveva semplicemente allineato la linea di quadro superiore con il bordo dello schermo: ma anche Scope ha una area da non proiettare e in questa area spesso appaiono le giunte di negativo - linee bianche ad ogni cambio scena: fastidiosissime.

Diciamo che questo banale concetto di dover centrare il quadro era difficile da far capire.

"Aria in testa" non funziona per lo stesso motivo - senza offesa. A volte le teste sono tagliate intenzionalmente, non c'e' modo di essere sicuri se non con un riferimento tecnico. Chiaramente se dovesse mai capitare un fuori quadro durante un film flat "full frame" allora li' si va un po' a occhio ma in troppi semplicemente allineavano la fine del quadro superiore con la cima dello schermo, con le conseguenze che hai menzionato.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

FrancescoV
Utente 8mm
Messaggi: 123
Iscritto il: ven set 13, 2019 2:44 pm

Re: Victoria 8r

Messaggio da FrancescoV » sab lug 04, 2020 5:04 pm

Allora sei l’inventore del “metodo Marcheselli” 😉.
Farò attenzione ai tuoi consigli e migliorerò la tecnica adesso che ho avuto le delucidazioni necessarie...
In effetti hai ragione, soprattutto nel non-scope non è così scontata la messa in quadro giusta a meno che tu sia il regista e sappia come hai studiato l’inquadratura in origine.

Rispondi