Inverter

Forum tecnico di carattere generale
Avatar utente
Mauro
Moderatore
Messaggi: 4223
Iscritto il: mer mag 28, 2003 11:58 am
Località: Milano

Inverter

Messaggio da Mauro » ven lug 15, 2005 10:29 am

Ma...questo dispositivo su un proiettore serve esclusivamente per fare in modo che la partenza del motore avvenga con una rampa di accelerazione dolce invece che con lo strappo o serve a qualcos'altro (io avevo pensato anche alla possibilità di mandare il proiettore in retromarcia) :?:
Seconda domanda: la mia P55 ha la partenza un po' brusca, finora non ha mai rovinato nessuna pellicola, ma in ogni caso non mi piace molto; posso collegare un inverter in modo che il motore vada a regime in qualche secondo evitandomi lo strattone iniziale alla pellicola?
Terza domanda: se la risposta alla precendente fosse sì come mi dovrei comportare con il motore indipendente di recupero della bobina inferiore???
Andrebbe collegato anch'esso all'inverter?
Se qualcuno mi potesse illuminare anche con qualche schemino di collegamento o simili mi farebbe un piacere.
E' un'idea che mi è venuta in mente qualche giorno fa e vorrei valutarne la fattibilità
Ciao a tutti

Mauro
-CineTeatro Agorà-

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24284
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Inverter

Messaggio da Antonio Marcheselli » ven lug 15, 2005 1:40 pm

Non ne so molto ma l'inverter serve per impostare una rampa di funzionamento. Il motore al contrario lo fai andare comunque, comunque lo fai anche con l'inverter.

Credo però che siano ogetti un po' costosi, penso che il Prevost abbia un qualcosa per regolare la partenza. Il V5 senza inverter ha una serie di resistenze che consistono nella prima partenza, cioè per qualche secondo viene abilitato un circuito in serie con tre resistenze regolabili e poi dopo qualche secondo viene abilitato il circuito diretto.

Ricordo che quel proiettore però aveva il difetto che a volte si fermava in un punto "duro" e con il primo circuito proprio non si muoveva con il risultato che partiva solo con la piena potenza, di botto. Ricordo che l'ST200 faceva certi sobbalzi... :)

Comunque vedo in commercio inverter tipo spina-spina, senza grossi collegamenti.

Ciao
A

giorgio
Utente 35mm
Messaggi: 293
Iscritto il: mer set 25, 2002 12:13 am
Località: Italy

Inverter

Messaggio da giorgio » sab lug 16, 2005 8:47 pm

gli inverter servono anche per regolare la velocita' di proiezione... mio padre ed io ne abbiamo uno "quasi" autocostruito che usiamo per proiettare film muti con velocita' ridotta. contemporaneamente rende anche la partenza piu' "dolce"...
non credo sia facile trovarli in giro, te li devi far fare e costano un po'...

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24284
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Inverter

Messaggio da Antonio Marcheselli » sab lug 16, 2005 10:03 pm

Non è vero! :)

In un negozio di elettronica che frequento ogni tanto c'è uno stand di inverter!

Sono molto semplici, da una parte attacchi la spina, dall'altra inserisci la spina dell'utilizzatore.

Cia
A

Avatar utente
Mauro
Moderatore
Messaggi: 4223
Iscritto il: mer mag 28, 2003 11:58 am
Località: Milano

Inverter

Messaggio da Mauro » sab lug 16, 2005 10:07 pm

Proverò a sentire il mio negozietto di elettronica di fiducia, poi proverò anche a sentire cosa dice il mio tecnico di fiducia, magari ha da propormi anche qualche altra soluzione.
Però oggi ho visto funzionare l'inverter da Walter e mi piacerebbe poterlo attaccare anche alla mia vecchietta. :oops:

Mauro
-CineTeatro Agorà-

Lucaplex
Utente 35mm
Messaggi: 404
Iscritto il: ven feb 25, 2005 6:12 pm
Località: Lazio

Inverter

Messaggio da Lucaplex » dom lug 17, 2005 7:48 am

L'inverter CA-CA(da corrente alternata a corrente alternata)applicato al proiettore serve a variare la velocità del motore di trazione e a controllare l'avviamento,l'arresto e la coppia.
In questi sistemi la tensione in entrata viene dapprima convertita in corrente continua da un raddrizzatore e livellata da condensatori, quindi applicata alla sezione di inversione.
La frequenza di uscita è determinata da un segnale digitale inviato da un PLC.
Gli inverter hanno sostituito l'avviamento stella-triangolo( i proiezionisti più anziani sicuramente lo ricorderanno).
Ci sono in commercio i cosiddetti soft-starter, meno complessi e più economici degli inverter.Il collegamento col motore è di soli 3 cavi.

Ovviamente devi collegare il motore indipendente di recupero della bobina inferiore se vuoi che anch'esso abbia un avvio graduale, senza strattoni.

Ciao
Luca

Avatar utente
Mauro
Moderatore
Messaggi: 4223
Iscritto il: mer mag 28, 2003 11:58 am
Località: Milano

Inverter

Messaggio da Mauro » dom lug 17, 2005 10:06 am

Mille grazie, mi informerò meglio su questi soft starter.


Mauro
-CineTeatro Agorà-

Lucaplex
Utente 35mm
Messaggi: 404
Iscritto il: ven feb 25, 2005 6:12 pm
Località: Lazio

Inverter

Messaggio da Lucaplex » dom lug 17, 2005 12:59 pm

Prego [:253]

giorgio
Utente 35mm
Messaggi: 293
Iscritto il: mer set 25, 2002 12:13 am
Località: Italy

Inverter

Messaggio da giorgio » dom lug 17, 2005 7:40 pm

scusa luca, visto che anche tu i6 di roma, mi puoi dare un indirizzo? ho bisogno di comprare una cosa del genere per cercare di variare la tensione di trascinamento di un motore...
TIA

Lucaplex
Utente 35mm
Messaggi: 404
Iscritto il: ven feb 25, 2005 6:12 pm
Località: Lazio

Inverter

Messaggio da Lucaplex » lun lug 18, 2005 12:37 pm

Giorgio, guarda il msg privato.
Non vorrei fare pubblicità gratis.

Pacc
Utente 35mm
Messaggi: 491
Iscritto il: lun dic 01, 2003 3:05 pm
Skype: matteo.pacchioni
Località: Lombardia

Inverter

Messaggio da Pacc » lun lug 18, 2005 12:51 pm

Questa discussione mi ha risvegliato un dubbio che avevo, ovvero: ero convinto che i miei V8 avessero un avviamento stella-triangolo, ma leggendo una vecchia discussione ho saputo di questa cosa delle 3 resistenze in serie. Ho guardato nel quadro elettrico dei miei proiettori ed effettivamente ho notato le tre resistenze e il temporizzatore che dopo un paio di secondi commuta. In corrispondenza della commutazione si sente "colpo" nella meccanica, dovuto alla maggiore coppia del motore.
Ora qui si parla anche di soft-starter... mi piacerebbe capirne qualcosa in più... funzionano come il circuito con le resistenze in serie? Fanno un avviamento a stella e poi passano a triangolo?

Altra domandina: i miei proiettori quando partono da freddi, specie nella stagione invernale, strattonano un po', e smettono di farlo quando il circuito di partenza motore commuta. La cosa mi piace poco, non tanto per la pellicola, perchè non sembra ricevere sollecitazioni particolari(e poi cmq in quel punto è coda nostra e non film) ma per la meccanica del proiettore stesso, si sentono gli ingranaggi che fanno rumore in quella fase.
Dei due proiettori, uno ha sempre avuto questo "problema", l'altro lo fa solo da quando abbiamo cambiato il motore. Il tecninco della Cinemeccanica dice che non è un problema e quindi l'ultima voltaq che è venuto non se n'è degnato minimamente. Io però mi chiedo, se una delle macchine col motore vecchio prima non lo faceva, mentre adesso invece lo fa, e se i motori, come penso, sono identici, non puè essere un problema di collegamento delle tre fasi? So che se scambio due fasi il motore dovrebbe girare al contrario, ma se provassi a scambiarne due, e poi altre due? Suggerimenti?

Grazie mille!

Ciao


Pacc

Avatar utente
Mauro
Moderatore
Messaggi: 4223
Iscritto il: mer mag 28, 2003 11:58 am
Località: Milano

Inverter

Messaggio da Mauro » lun lug 18, 2005 1:49 pm

Pacc, dei due V8 che ho provato ad usare uno ha la partenza con reostato (secondo me ottima) e l'altro più recente la commutazione stella-triangolo.
In quest'ultimo il motore parte con pochi giri per passare a regime dopo la commutazione, ma non mi piace molto appunto perchè da il " colpo"...appunto per questo preferivo il reostato.
Il soft starter in poche parole si utilizza solo in fase di avviamento (a differenza dell'inverter) e mantendo la frequenza di rete varia secondo un transitorio impostabile la tensione di alimentazione e quindi i giri del motore

Mauro
-CineTeatro Agorà-

stivmen
Utente 35mm
Messaggi: 1625
Iscritto il: gio mag 09, 2002 9:13 pm
Località: Lombardia

Inverter

Messaggio da stivmen » lun lug 18, 2005 6:55 pm

La partenza con reostato era una bella cosa , ma come tutte le cose utili ed efficienti alla fine si va apeggiorare per risparmiare qualche lira
stefano

Avatar utente
ken
Utente 35mm
Messaggi: 581
Iscritto il: ven feb 20, 2004 10:43 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Inverter

Messaggio da ken » lun lug 18, 2005 10:15 pm

I motori non sono mai Uguali. A freddo partono a strappi per lìoilio che è duro. Servirebbe solo più potenza.
Con un inverter non risolvi il problema però.
Softstart. Modula la frequanza in accelerzione e decellerazione e niente più.
Inverter. Anche senza plc (bastano pochi relè) regola la velocità sempre variando la frequenza. Ce ne sono di diversi prezzi e diversa qualità. Dipende da quanta potenza serve. per regolare la velocità del motore di proiezione ne serve uno con poche pretese) basta che abbia potenza sufficente.
Schemi di collegamneto li trovate sui manuali allegati all'inverter. Ogni inverter ha il suo schema diverso dagli altri. esistono anche inverter monofase (vanno a 220v) che pilotano motori trifase (come quello del proiettore). sono più economici.


Non andare in Sbattimento

Avatar utente
ken
Utente 35mm
Messaggi: 581
Iscritto il: ven feb 20, 2004 10:43 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Inverter

Messaggio da ken » lun lug 18, 2005 10:18 pm

PS
la fanno ancora la croce di malta?
Si può fare la stessa cosa con un'inverter (non uno economico) e un motore di quelli giusti. sarebbe più silenzioso e meno delicato meccanicamente

Non andare in Sbattimento

Avatar utente
tattara
Utente 8mm
Messaggi: 112
Iscritto il: mar feb 11, 2003 12:57 am
Località: Italy

Inverter

Messaggio da tattara » lun lug 18, 2005 11:46 pm

MAURO torniamo al discorso della discussione, la partenza del p55, molti p 55 nel tempo hanno bypassato il discorso della partenza rallentata proprio perchè il bancale ad interruttori (0-1) a differenza di quello a pulsanti (marcia-arresto)elettricamente impediva l' inclusione/esclusione delle
--------------------------------------------------------------------------------
2 resistenze di potenza (bastano due se ci sono 3 fasi).Ebbene queste resistenze,se le vuoi le ho sono da 220ohm ciascuna e i motori, sia quello del proiettore che quello della bobina raccoglitrice ne sentono l' influenza ambedue, altrimenti se uno parte rallentato e uno immediato la pellicola strappa davvero!!!
Tieni presente che parliamo di motori Asincroni,motori che non variano il numero di giri in base alla tensione di alimentazione,perciò le resistenze agiscono si sulla tensione ma in particolare sulla coppia:
Il tutto funziona così:
All' atto della pertenza le resistenze sono inserite per un tempo T circa 3 secondi,dato da un temporizzatore e/o plc; allo scadere del tempo, le resistenze vengono cortocircuitate e i motori prendono i giri "della targhetta"

ALESSANDRO PULGA

ALESSANDRO PULGA

Livius
Nuovo Utente
Messaggi: 63
Iscritto il: mar mar 29, 2005 6:11 am

Inverter

Messaggio da Livius » mar lug 19, 2005 4:04 am

Non so se puo servire o provato sia resistenze sia inverter.
se non serve a nulla cancellate pure :D

Io o lavorato con due vittoria 8 con aviamento a resistenza, d'inverno dovevamo mettere la stufa a scaldare la cabina durante la notte (cabina piena di spifferi ).
Se ci dimenticavamo col cavolo che i proiettori giravano a regime andavano in emergenza e il colpo di comutazione dell'alimentazione si sentiva bello e forte.
L'olio tende a solidificarsi (spiegazione data) per cui stattona di più.

Ristrutturata la sala e montato dei Vittoria 5 nuovi con inverter non utilizata più la stufa il problema lo dava solo la macchina che partiva subito in retromarcia il rocchetto della croce di malta girava lento . Stessa spiegazione data.
Soluzione mentre uno apriva la faceva girare avanti per un paio di minuti e poi andava tutto bene.


In un altro cinema 4 vittoria 8 con inverter anno una partenza molto fluida nessun stattonamento nessun colpo.

Secondo me l'inverter lavora metglio delle 3 resistenze (prenetto non sono un eletronico ma informatico) credo che qundo la macchina si avia la corente passa atraverso le resistenze e dopo un tot di tempo va diretta al motore credo che ne momento di comutazione il motore rimane un frazione di secondo anche meno non alimentato per cui si sente il colpo di entrata in regime.

L'inverter invece fa tutto lui, si programma la rampa di acellerazione e poi lui a fine rampa va a regime per cui il motore rimane sempre alimentato


Magari o scritto una bella cazzata vi chiedo scusa

Saluti Livio




Jolan tru - Lunga vita e prosperità

Avatar utente
ken
Utente 35mm
Messaggi: 581
Iscritto il: ven feb 20, 2004 10:43 pm
Località: Lombardia
Contatta:

Inverter

Messaggio da ken » mar lug 19, 2005 9:39 pm

Non hai scritto una cazzata.
L'inverter va meglio di certo delle resistenze.
Con inverter di tipo vector hai già coppia a giri bassi cosa che con resistenze e inverter normali non è possibile.


Non andare in Sbattimento

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24284
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Inverter

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar lug 19, 2005 11:51 pm

E poi l'inverter gradualmente aumenta, le resistente hanno un solo passo (a meno che non ci siano più batterie di resistenze...)

Cia
A

Alvaro
Utente 35mm
Messaggi: 338
Iscritto il: gio mar 04, 2004 4:09 pm

Inverter

Messaggio da Alvaro » mer lug 20, 2005 12:05 am

In campo "cinematografico" non ricordo di averne mai visti, ma in campo industriale, prima dell'avvento dei moderni inverter, alcuni macchinari che dovevano avere un avviamento "dolce" erano dotati di varten o variac, autotrasformatori con uscita regolabile tra 0 e rete. Ora tali trasformatori sono ancora in produzione ma ne vedo un utlizzo sempre minore a favore di gruppi elettronici.

saluti a tutti
alvaro

Rispondi