Come funziona la decodifica audio

Discussioni riguardanti il Cinema Digitale
Rispondi
FrankyNet
Messaggi: 2
Iscritto il: mer gen 31, 2018 10:55 am

Come funziona la decodifica audio

Messaggio da FrankyNet » mer gen 31, 2018 11:17 am

Buongiorno a tutti,
da appassionato di sistemi audio per Home Theatre, è da un po’ che seguo il vostro interessantissimo forum con il desiderio di capire bene come si è trasformata la cabina di proiezione con l’avvento del Digital Cinema.
Ho più o meno chiaro come funzionava ai tempi della pellicola, poi credo che si sia passati ai DVD ed adesso con i DCP è cambiato tutto.
Il quesito a cui ho cercato una risposta è la gestione dei flussi audio, in funzione del diverso protocollo utilizzato: 5.1, 7.1, DTS, Atmos, etc.
Mi è sembrato di capire che, per esempio, un CP850 della Dolby gestisca tutti i protocolli Dolby, ma non altri come DTS.
Come si fa allora se un film ha solo audio DTS? Si devono prevedere più processori audio per poter decodificare tutti i protocolli possibilmente presenti nei DCP?

Altra domanda, forse un po' OT: ma anche i vecchi film si trovano su DCP oppure nell’impianto è presente un lettore DVD o simile?

Grazie mille

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24292
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Come funziona la decodifica audio

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer gen 31, 2018 11:40 am

Ciao e benvenuto

E' una ottima domanda.
Con il 35mm c'era bisogno di comprimere di dati per ottenere audio digitale perche' lo spazioa disposizione con le tencologie dell'epoca era limitato. I DVD non erano disponibili e DTS scelse la tecnologia APTX100 per comprimere 3 ore di film in 2 CDROM. Dolby sviluppo' l'AC3 per comprimere l'audio nei quadratini tra le perforazioni. Non ricordo come si chiamasse la tecnologia SDDS - ATRAC? - ma era li' per lo stesso motivo.

Gia' negli anni 2000 il lettore DTS XD10 supportava audio non compresso - o con compressione molto ridotta - utilizzando DVD invece che CD. Ma solo pochi test furono effettuati da quello che ne so.

Con l'avvento del D-Cinema il suono e' una frazione dello spazio occupato dall'immagine. Una colonna sonora 5.1 NON COMPRESSA 24bit 48Khz occupa 6GB - una frazione dello spazio occupato dall'immagine che in genere e' intorno ai 100-200GB.
Ergo si sono abbandonate tutte le codifiche e il suono 5.1 e 7.1 viene consegnato al server non compresso, PCM, in formato 5.1 o 7.1 a 48Khz e 24bit via connessione AES. In teoria non ti serve nemmeno un processore sonoro "cinema", potresti fare lo stesso con una serie di D/A AES e un equalizzatore.

I processori Dolby e Datasat gestiscono flussi AES da 8 e 16 canali (ne vengono usati 5+1 o 7+1 ma c'e' la possibilita' di averne 16 da specifiche) senza problemi.

Caso a se' fa Dolby Atmos che in quanto tecnologia Dolby richiede un processore Dolby per la decodifica. La stessa cosa avviene per Barco Auro 3D.

Vecchi film possono essere o meno disponibili in versione D-Cinema. Se proprio non c'e' magari la distribuzione autorizza la proiezione di un Blu-Ray - spero che nessuno proietti DVD.
Ricorda che un Blu Ray e un DCP non sono uguali: la risoluzione e' praticamente identica ma colori e definizione del colore proprio no. Anche la compressione e' molto piu' avanzata nel D-Cinema.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

FrankyNet
Messaggi: 2
Iscritto il: mer gen 31, 2018 10:55 am

Re: Come funziona la decodifica audio

Messaggio da FrankyNet » mer gen 31, 2018 3:56 pm

Grazie per l'ottima spiegazione, inizio a vederci più chiaro.
Ma i processori audio, in fase di calibrazione dell'impianto, hanno dei processi automatici tipo Home Theatre oppure vengono impostati rigorosamente a mano, sulla scorta di misurazioni con analizzatori audio o con l'orecchio del tecnico?

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 1045
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Come funziona la decodifica audio

Messaggio da Elia Orselli » mer gen 31, 2018 5:17 pm

Sulla base di misurazioni con analizzatore. Almeno così dovrebbe essere...

Un chiarimento su quanto scrivi all'inizio: il passaggio è stato diretto dalla pellicola al DCP. Non c'è stata un'epoca con l'uso di dvd, salvo in rari casi per film di distributori molto alternativi, ma comunque in parallelo alla pellicola.
Caso a parte forse sono gli esperimenti di e-cinema fatti ad esempio da Microcinema, ma non come sistema generalizzato.
Elia

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24292
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Come funziona la decodifica audio

Messaggio da Antonio Marcheselli » mer gen 31, 2018 6:19 pm

Dipende dal processore audio.
Datasat AP20 ha un processo manuale ma anche uno automatico basato su Dirac.
Dolby CP750 ha un'equalizzatore manuale, anche se in effetti ha al suo interno una routine per settare l'equalizzatore in modo automatico
Dolby CP850 con Atmos ha una routine automatica (altrimenti impiegheresti ore e ore!) ma anche un set di equalizzatori manuali.
I QSC sono tutti manuali

Quello piu' vicino a quello che dici te e' il Datasat AP20 che ha la medesima routine Dirac che trovi nel Dirac che compri sul loro sito - semplicemente si interfaccia con il processore.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Rispondi