Salvalampade per alogene 24V.

Curiosità dal mondo Tecnologico - solo articoli di approfondimento - sezione moderata
Rispondi
Avatar utente
Paoloz
Utente 35mm
Messaggi: 300
Iscritto il: ven nov 11, 2005 7:41 am
Skype: paolo.zambarbieri
Località: Lombardia - Varese
Contatta:

Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da Paoloz » mar gen 12, 2010 3:16 pm

Ciao a tutti

Volevo condivide un piccolo progetto che avevo sviluppato tempo sperando che possa essere di utilità.
Tempo fa comprai una decina di lampade alogene da 24V 250 per i miei due portatili Fumeo, si trattavano delle Osvram ELC costo circa 10 euro al pezzo pensando che per un bel pezzo non ne avrei avuto più bisogno.
Purtroppo mi sbagliavo, le lampade si bruciavano con la velocità delle luci dell'albero di natale, forse mi è capitata una serie di bulbi difettosi fatto sta che dopo aver controllato che i proiettori fossero in ordine mi ritrovai al punto di partenza.
Così mi venne in mente di realizzare questo semplice progettino per vedere se le cose miglioravano, adesso che è più di un anno che funziona lo propongo a qualche volonteroso.

Cosa serve il salvalampade:

Più del 50% della vita della lampada viene consumata durante il processo di accensione.
Le cause sono principalmente due, il salto di temperatura e il picco di corrente.
Il filamento si trova normalmente alla temperatura ambiente, quando si applica la tensione in pochi millisecondi la temperatura si alza fino a 3000 Gradi kelvin.
Questo salto veloce ripetuto nel tempo lede il reticolo cristallino indebolendolo.
Il picco di corrente è causato dalla differenza che ha la resistenza del filamento alle diverse temperature.
I metalli hanno una resistenza che aumenta all'aumentare della temperatura, quando applichiamo la tensione alla lampada la corrente iniziale è molto superiore a quella nominale, poi la temperatura si alza e la corrente scende.
Il salvalampade applica una tensione prograssiva per favorire un lento riscaldamento della lampada riducendo i danni, le lampada durano molto di più.

Allego lo schema del circuito, i componenti sono molto comuni e alcuni posso essere facilmente sostituiti con quello che si ha in casa, il costo totale non supera una 20ina di euro.
Il circuito è semplice , dal connettore J1 entra la tensione proveniente dal trasformatore 24V, all'uscita del ponte raddrizzatore D1 si ottiene la tensione pulsante 100Hz derivata dalla rete.
Una parte viene usata tramite D2 , la rete di condensatori C1 e C2 e lo zener D5 per ottenere l'alimentazione 12V , tramite le resistenze R1,2,4 e il transistor Q5 si ottiene un segnale sul passaggio dello zero.
Da questo segnale si trae una rampa semi lineare sulla R8 che viene confrontata con una rampa molto lunga su C4 che rappresenta il tempo di accensione della lampada.
Il circuito integrato U1 un comparatore presenta sulla uscita gli impulsi di innesco che verranno utilizzati dal Triac.
In pratica alla accensione la tensione su C4 è prossima allo zero, la tensione della rampa su R8 molto più alta determina sull'uscita di U1 un valore alto.
La passare del tempo la tensione su R8 interseca la rampa formando degli impulsi a livello basso sulla uscita di U1 fino a quando si arriva alla condizione inversa, in questo caso il triac resta sempre attivato e la lampada funziona alla massima potenza.
Per pilotare il triac si usa un MOC2030 , un PhotoTriac che crea gli impulsi di pilotaggio nella giusta polarità sincroni con la rete.
Il tempo di accensione con i valori attuali è di circa 5 secondi, variando il valore di C4 si può cambiare , valori più alti danno tempi più lunghi o viceversa.
Volendo si può sostituire R7 con un potenziometro e ottenere il medesimo effetto.
Per quanto riguarda il TRIAC io ho usato quello che avevo in casa 16A 600V nota importante va montato su un dissipatore poiché scalda un po.
Non ho realizzato il circuito stampato, data la semplicità si può fare su un pezzo di basetta 1000 fori, nei fumeo ho alloggiato il tutto nel tunnel della ventola, aiuta anche la dissipazione del termistore.

Volendo questo circuito si può utilizzare anche su lampade a 12V come proiettori super8 oppure per le alogene da 400W 36V di alcuni 35mm, l'importante è dimensionare il triac nella giusta potenza , anche la R8 potrebbe essere necessario modificarne il valore.

NON UTILIZZATE questo circuito con lampade da 120V o 220V , in teoria si può adattare ma così come è non va bene.

Devo dire che da quando l'ho installato non ho ancora sostituito una lampada.
C'è una lieve diminuzione della potenza ma sinceramente non me ne sono mai accorto.

Non so se sono stato abbastanza chiaro ma comunque per problemi / quesiti resto a disposizione.
Buon lavoro.

Paolo.
Allegati
SCHEMA.pdf
(34.78 KiB) Scaricato 401 volte

andrea (docelektro)
Messaggi: 14
Iscritto il: mar mag 07, 2013 8:32 pm
Località: envie (cn)

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da andrea (docelektro) » ven ott 04, 2013 6:49 am

Essendo l'elettronica uno dei miei hobby ho dato un occhiata al circuito. E'valido e ben dimensionato.
La riduzione della potenza è minima ,se tutto va come si deve possono mancare alla lampada circa 0,7 /1,2 volt che penso siano trascurabili.
Il triac adatto a pilotare la lampada (parliamo del fumeo) potrebbe essere il BT 139 Philips ( o derivato)
http://www.nxp.com/documents/data_sheet ... SERIES.pdf
Occorre guardare nei dati che la corrente continuativa (indicata come I on RMS) sia maggiore di quella della lampada.
La corrende di lampada si calcola facendo watt/volt
Consiglio questo circuito anche per le alogene domestiche da 12 volt perchè pure quelle si bruciano sovente,solo nei casi in cui sono alimentate attraverso un trasformatore convenzionale dove la Icc è elevata (una lampada spenta di fatto è un corto).
Nel caso di uso dei trasformatori elettronici di solito c'è un circuito di partenza morbida integrato.
il fotoaccoppiatore può essere marcato anche MCP 3020.
Guardare un film con gli occhiali sporchi vuol dire perderne un terzo. Quando inizia spegni il tuo telefono e rispetta il lavoro degli altri.

Avatar utente
Paoloz
Utente 35mm
Messaggi: 300
Iscritto il: ven nov 11, 2005 7:41 am
Skype: paolo.zambarbieri
Località: Lombardia - Varese
Contatta:

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da Paoloz » lun ott 07, 2013 5:17 pm

Felice che qualcuno abbia fatto il salvalampade.
Questo schemino che avevo fatto a tempo perso con quello che mi avanzava in laboratorio l'ho istallato su due proiettori Fumeo 9270.
Dal 2010 non ho ancora sostituito una lampada.
Ricordo che oltre a salvare le lampade salva un componente ancora più importante e estremamente più costoso, il commutatore rotativo che aziona l'immuminazione.
Infatti evita la scintilla a freddo , causa principale della della usura dei contatti.

Saluti.
Paolo

carlos
Messaggi: 8
Iscritto il: mar gen 15, 2013 9:42 pm

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da carlos » sab dic 21, 2013 4:09 pm

Strano!! perché su tutti i proiettori Fumeo era inserita in serie al 24V di alimentazione lampada alogena una NTC (resistenza a coefficiente negativo) che determina una graduale accensione della lampada con una caduta di tensione ai suoi capi di solo 0,6V ed evitando ciò che e detto da Paoloz, la durata in garanzia delle lampade GE-OSRAM se ben ricordo era di 25h.

Avatar utente
Paoloz
Utente 35mm
Messaggi: 300
Iscritto il: ven nov 11, 2005 7:41 am
Skype: paolo.zambarbieri
Località: Lombardia - Varese
Contatta:

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da Paoloz » sab dic 21, 2013 4:16 pm

perdono ma non ho capito cosè la cosa strana ?
La Ntc nei fumeo si a volte ci sono ma nella maggior parte dei proiettori si sono guastate e vennero tolte, sono difficili da trovare.

carlos
Messaggi: 8
Iscritto il: mar gen 15, 2013 9:42 pm

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da carlos » lun ott 13, 2014 5:13 pm

Rispondo a Paoloz non ricordo di aver mai avuto problemi di ricambio delle NTC che si siano interrotte e la reperibilitàdi esse non era e è difficoltosa

carlos
Messaggi: 8
Iscritto il: mar gen 15, 2013 9:42 pm

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da carlos » lun ott 13, 2014 5:17 pm

e non sono mai state tolte nei poiettori prodotti dalla FUMEO SpA

Avatar utente
Paoloz
Utente 35mm
Messaggi: 300
Iscritto il: ven nov 11, 2005 7:41 am
Skype: paolo.zambarbieri
Località: Lombardia - Varese
Contatta:

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da Paoloz » lun ott 13, 2014 5:45 pm

Allora hai ragione tu e non ti serve questo circuito a tuo parere inutile
quindi non costruitelo

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24152
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da Antonio Marcheselli » lun ott 13, 2014 11:30 pm

Carlos,
puoi cortesemente modificare i messaggi appena inseriti se entro 10m dal suo inserimento - senza inserirne un altro?

E un minimo di diplomazia nello scrivere certamente aiuta al dialogo! :)
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Paoloz
Utente 35mm
Messaggi: 300
Iscritto il: ven nov 11, 2005 7:41 am
Skype: paolo.zambarbieri
Località: Lombardia - Varese
Contatta:

Re: Salvalampade per alogene 24V.

Messaggio da Paoloz » mar dic 16, 2014 2:09 pm

E questa da dove salta fuori ???

Rispondi