Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Reclami e segnalazioni dal pubblico
Rispondi
Avatar utente
mbarsot
Utente 35mm
Messaggi: 484
Iscritto il: sab gen 21, 2006 4:32 pm
Località: Lombardia

Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da mbarsot » gio dic 27, 2012 12:26 am

26 dec 2012, spettacolo ore 14, sala "Energia".

Ormai il biglietto si acquista online, dunque nessuna necessita' di fare la coda alle casse (coda che c'e' comunque).

Bar, ingresso, trailers, tutto come sempre in Arcarda.

Pero'...questa volta volta siamo in 3D HFR, dunque vale la pena raccontare qualcosa.

Si, perche' leggendo le recensioni, sia di importanti critici cinematografici che di importanti siti di tecnologia, ho trovato opinioni diametralmente opposte sul 48fps.

C'e' che (anche su questo sito) dice che si tratta di un grande sviluppo, con immagini molto piu' dettagliate, e poi c'e' chi dice che sembra di vedere una soap opera, e che tutta la magia del cinema sparisce in questo tipo di proiezione.

E...non potrei essere piu' in disaccordo.

Anzi, mi vien da dire che se la "magia" del cinema sta nel fatto che i panning vanno a scatti, e che l'immagine non e' fluida....beh, qella magia e' ben poca cosa.

No, la mia impressione e' che siamo davanti ad un miglioramento incrementale interessante, che rende il film fluido e alla fine piu' naturale, contribuendo a far dimenticare che si sta vedendo un film...e aiutandoci ad "entrare" nella storia.

Il film e' assai gradevole, per nulla "dilatato", e fa rivivere appieno la magia della visione, ormai tanti anni fa, della Compagnia dell'Anello.

Proiezione impeccabile, ma - come abbiamo scoperto poco dopo parlando con Laura Fumagalli, prima di ogni proiezione il tutto viene ritarato: http://flic.kr/p/dExTvC.

All'uscita della sala, una piccola sorpresa: http://flic.kr/p/dEsvHR

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da Antonio Marcheselli » gio dic 27, 2012 12:49 am

ritarato è un parolone. controllato direi. immagino che usino i proiettori per avere più luce e che la cosa migliore da fare per ottenere ciò sia la sovrapposizione dell'immagine. ergo viene verificata la convergenza ad ogni spettacolo. una cosa che si fa con un click ma che in effetti non credo faccia nessuno al mondo
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
mbarsot
Utente 35mm
Messaggi: 484
Iscritto il: sab gen 21, 2006 4:32 pm
Località: Lombardia

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da mbarsot » gio dic 27, 2012 12:58 am

c'era un tipo che cntrollava, la procedura é durata circa 3 minuti.

pclarici
Esperto D-Cinema - Moderatore
Messaggi: 1703
Iscritto il: mar set 04, 2007 3:50 pm
Località: Foligno
Contatta:

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da pclarici » gio dic 27, 2012 1:05 am

No, infatti, non è frequente. Anche perché almeno per quanto mi riguarda il modo migliore per mantenere fuoco, zoom e posizionamento è quello - quando possibile - di disattivare del tutto i servo della lente e controllarla via WLAN da davanti allo schermo una volta ogni due o tre giorni. I motori dell'ottica (nella mia esperienza in particolare quelli delle macchine da 1.2"/1.35") dopo un numero X di cambi formato non consentono più di mantenere i formati precisi al millimetro, ma devo dire sinceramente che variazioni nell'arco di 2 ore di spettacolo non mi sono mai capitate. E' vero che non ho macchine in stacking.

E' una mia fissazione, ma mi auguro che con il laser qualcuno lanci dei sistemi 5K in formato 2.39 nativo. Lenti fisse non motorizzate, sorgenti luminose (e dunque ventole) fuori dalla testa di proiezione e fine della storia: proiezioni geometricamente perfette a ogni spettacolo. Flat in 3996x2160, Scope 5120x2160, tutto il resto dei contenuti scalati elettronicamente secondo necessità. Non ha senso che in una sala con schermo Scope il formato più luminoso e più definito sia ancora il Flat... poi si rischia di giustificare baracconate inutili come IMAX Digital e iSens.
Pietro Clarici
www.cinemaclarici.it

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da Antonio Marcheselli » gio dic 27, 2012 1:15 am

chiaramente il controllo è per via del doppio proiettore. e in ogni caso un controllino è talmente semplice che lo trovo opportuno, specie x eventi simili.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Sydneyblue120d
Utente 35mm
Messaggi: 1297
Iscritto il: mar dic 29, 2009 4:34 pm
Località: Mantova

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da Sydneyblue120d » gio dic 27, 2012 9:54 pm

Si sono verificati problemi di sincronia nei giorni precedenti, ecco perché ora viene fatto il controllo ad ogni proiezione.
Comunque confermo anch'io appieno le impressioni positive riguardo la proiezione in HFR in Sala Energia.
Tempo di adattamento dei miei occhi ai 48FPS: 0
Scene in cui "sembra di essere sul set anziché di essere al Cinema": Direi non più di 3 a voler esagerare, ma anche in Skyfall in almeno una inquadratura si notava che l'isola in cui faceva la comparsa Silva era un set e non un'isola reale, non ho sentito nessuno lamentarsene.
Per me l'HFR è promosso a pieni voti.
Inesperto appassionato di Cinema

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24153
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da Antonio Marcheselli » ven dic 28, 2012 12:23 am

Sarà il trailer allora, quando l'hobbit salterella fuori dalla casa di bilbo la sensazione è nettissima!

Problemi di sync non li controlli con un test chart! :)
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

pclarici
Esperto D-Cinema - Moderatore
Messaggi: 1703
Iscritto il: mar set 04, 2007 3:50 pm
Località: Foligno
Contatta:

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da pclarici » ven dic 28, 2012 1:54 am

Sydneyblue120d ha scritto:(...) Anche in Skyfall in almeno una inquadratura si notava che l'isola in cui faceva la comparsa Silva era un set e non un'isola reale, non ho sentito nessuno lamentarsene.
OT: Magari mi sbaglio io, ma l'isola di Silva *è* reale. E' una vecchia installazione Mitsubishi per l'estrazione del carbone, abbandonata 40 anni fa.
Pietro Clarici
www.cinemaclarici.it

spantax
Utente 35mm
Messaggi: 540
Iscritto il: ven ott 10, 2008 4:48 pm

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da spantax » mer gen 02, 2013 9:05 am

Chi Vola Vale, chi Vale Vola, chi non Vola è un Vile !
.........................................................................................................................................................................................

Avatar utente
Sydneyblue120d
Utente 35mm
Messaggi: 1297
Iscritto il: mar dic 29, 2009 4:34 pm
Località: Mantova

Re: Lo Hobbit Un viaggio inaspettato, Arcadia Melzo

Messaggio da Sydneyblue120d » mer gen 02, 2013 1:17 pm

Grazie del link, in effetti anche qui dicono che l'Isola è stata ricreata sul set :)
In the 2012 James Bond film Skyfall, the island served as an inspiration for the lair of villain Raoul Silva but filming did not take place on the island itself. One section was recreated at Pinewood Studios in Great Britain and the rest via CGI.
Inesperto appassionato di Cinema

Rispondi