La prima notte del giudizio, Arcadia Erbusco, sala 6, 15/07

Reclami e segnalazioni dal pubblico
Rispondi
Ale Dogo
Nuovo Utente
Messaggi: 50
Iscritto il: ven lug 28, 2017 12:55 am

La prima notte del giudizio, Arcadia Erbusco, sala 6, 15/07

Messaggio da Ale Dogo » dom ago 12, 2018 6:24 pm

Sala:
Il film è stato presentano nell'ammiraglia del multisala Arcadia di Erbusco, la famosa Sala 6.
420 posti a sedere, divisi in 15 file, disposte ad anfiteatro.
Dotata di uno schermo scope di 20 metri di larghezza (che occupa quasi interamente la parete anteriore della sala) e di un proiettore digitale 2K.
Fino a qualche hanno fa era certificata THX (come tutte le sale Arcadia), attualmente è attrezzata con lo stesso impianto di quanto fu costruita, diffusori JBL e amplificatori Crown.
Configurazione massima 7.1.
Design ottimo, similissimo alle altre sale di Erbusco e a quelle di Melzo; l'unica cosa che non apprezzo particolarmente è il corridoio a centro sala, poiché porta via i posti più centrali.
Illuminazione analoga a quella di Melzo.
Entrata molto d'effetto; una colonna di metallo contrassegnata da un luminoso “6”, a fianco la porta d'ingresso, poi un suggestivo corridoio curvo e finalmente ci si ritrova in sala, precisamente dietro all’ultima fila.
Sedili comodi e molto spazio tra una fila e l'altra.
“Immersione” nel film garantita!

Esperienza:
Circa 10 minuti prima del film iniziano pubblicità e trailer e già da quest’ultimi la sala inizia a far vedere e sentire le sue prestazioni, soprattutto quelle audio (i trailer sono mandati a volume medio-basso!).
Alle 15.23, praticamente in perfetto orario (doveva iniziare alle 15.20), le luci si spengono completamente e inizia il film, sfortunatamente senza nessuna demo sonora che lo precede.
Il film è presentato in 2K con audio PCM 5.1.
Già dai titoli Universal noto una pressione sonora elevatissima, che durerà per tutto il film.
Qualità e pulizia dei diffusori veramente di primissima categoria, solo in Sala Energia si può godere di un suono migliore.
Surround molto efficienti; la qualità dei surround, l'acustica e le dimensioni (elevate) della sala garantiscono spazialità e panning fantastici e molto realistici.
Gamma dinamica ottima, in alcune scene la pressione sonora aumentava in modo considerevole erogando, da parte di tutti i diffusori, una potenza veramente considerevole, non riscontrando comunque affaticamento nell'ascolto.
Gamma bassa buona ma il film non consente di sentire tutte le potenzialità dei quattro grossi subwoofer JBL montati nel (“ex”) THX Baffle wall, i principali motivi: presenza, potenza e profondità, tutte le basse nella norma, valide ma non spettacolari come in molti altri film.
In ogni caso, le prestazioni in fatto di basse frequenze della sala, sono ottime; ogni volta che entrano in gioco regalano bassi corposi, imponenti, precisi, potenti (molto!) e con un buon impatto fisico.
Il suono della sala è perfettamente bilanciato tra i vari canali (ovviamente al volume di riferimento, che viene sempre rispettato in questo multisala).
Video ottimo: fantastici i colori, il contrasto e buona la definizione.
Come riscontrato in un’altra sala del cinema, manca un pelo di luminosità e le immagini presentano un (mia sensazione) un leggero filtro giallo.
In generale una fantastica esperienza, consiglio a chi ne ha la possibilità di provare questo cinema e soprattutto questa sala, che ritengo, dopo la Sala Energia, la miglior sala in circolazione (soprattutto come audio).
L'unica pecca (non della sala), è stata l'accensione delle luci durante i titoli di coda, dovrebbero fare tutti come a Melzo (luci spente fino alla fine di essi).
"Il cinema è la scultura del tempo"

Rispondi