My new life in the UK

Discussioni di tutti i tipi, ma non di Cinema
Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » ven ago 05, 2011 11:54 pm

Il "fancy dressing" va molto di moda qui, non solo a carnevale!
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Walter
Amministratore
Messaggi: 3808
Iscritto il: sab giu 29, 2002 10:50 am
Località: BG
Contatta:

Re: My new life in the UK

Messaggio da Walter » sab ago 06, 2011 3:20 pm

Sono ripartiti stamattina, se non fanno soste domani potresti vedere un camper ducato con lucine natalizie sfrecciare dalle tue parti ;)
Cmq per tornare al discorso che dalle mie parti funzioni meglio che in altre parti ho notato ora che sono in ferie una cosa particolare (sono in veneto, non in africa):
1. sono stato in 5 pizzerie, e in tutte il cameriere prendeva ordinazioni col blocchetto appunti, dopodiche il cassiere doveva riportare a mano i conteggi. Dalle mie parti in ogni pizzeria il cameriere ha il palmare per le ordinazioni, e alla cassa basta digitare il numero del tavolo ed esce il conto pronto.
2. sono stato in 6 negozi, e solo in un supermarket di una nota catena discount alla cassa hanno lo scanner barcode per il prezzo, negli altri minimarket battono ancora i prezzi a mano e etichettano coi prezzi ogni articolo....robe che dalle mie parti non si vedono da anni.
Forse saranno stupidate di poco conto, ma a me hanno fatto far un tuffo nel passato....
WALTER - Cinema Teatro Loverini
http://www.loverini.it

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » lun ago 08, 2011 1:22 am

Han smesso di etichettare i prezzi e batterli a mano anche a donoratico dove andavo al mare, ma questo è accaduto MILLEMILA anni fa! Quello era l'unico posto rimasto dove i cassieri... facevano i cassieri! :)
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
steven7
Utente 35mm
Messaggi: 268
Iscritto il: ven lug 15, 2005 4:43 pm
Località: Roma

Re: My new life in the UK

Messaggio da steven7 » dom set 11, 2011 7:00 pm

Antonio we are waiting some good news from UK!!!
Stefano

In a small quantity!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » dom set 11, 2011 7:10 pm

so am I! :)
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
steven7
Utente 35mm
Messaggi: 268
Iscritto il: ven lug 15, 2005 4:43 pm
Località: Roma

Re: My new life in the UK

Messaggio da steven7 » gio nov 24, 2011 12:33 pm

Antonio dacci buone notizie dall' UK, qui la nostra piccola Italia sta cadendo nel baratro!
Ma ora il nostro primo ministro risolverà tutto!!! :ok: :colpa:
E fra qualche anno saremo in queste condizioni :wowo!!:
Meglio dormire un pò :sleep:
Stefano

In a small quantity!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » gio nov 24, 2011 1:02 pm

Beh proprio oggi e' una giornata interessante, che coincidenza.

Che dire, anche qui vanno avanti a tagli continui ma siamo sempre nella gestibilita' a mio avviso. Tanto per fare un esempio, su tutti i viali principali di dove abito hanno rimosso l'illuminazione notturna - salvo incroci e rotonde - avvisando i cittadini che e' per risparmiare energia.
Ma continuano ad essere effettuati lavori di asfaltatura e miglioramento viabilita', inclusi nuovi impianti semaforici intelligenti che si accendono solo quando serve (tipicamente quando passo io) e via dicendo.

Non vedo particolari degradi, anche se potrebbe essere dove abito. Il comune mi ha mandato ieri un questionario da riempire che chiede la mia opinione sulla vita nella mia citta'. Vogliono sapere cosa secondo me va bene e cosa no, dove dovrebbero spendere di piu' e dove meno e via dicendo.

A seguito di conguaglio devo pagare 2 o 300 sterline extra di tasse, ma non me le chiedono nella busta paga di dicembre come mi pare accada in Italia, mi aumentano leggermente le tasse del 2012 per compensare. Niente salassi inattesi.

Per il resto la vita procede tranquilla. VW ha effettuato il tagliando gratuito che mi aveva promesso senza rendermi la macchina aperta in due, il tempo non e' terribile come l'anno scorso, non fa molto freddo.

Stay tuned.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
steven7
Utente 35mm
Messaggi: 268
Iscritto il: ven lug 15, 2005 4:43 pm
Località: Roma

Re: My new life in the UK

Messaggio da steven7 » gio nov 24, 2011 1:21 pm

Grazie Antonio, ci racconti cose confortanti, rifletto sul fatto che in un' altra nazione c'è qualcuno che pensa con la logica, e invece in qualche altro, la logica è all'ultimo posto!
Stefano

In a small quantity!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » gio nov 24, 2011 1:46 pm

Certo scritto cosi' pare che qui sia il paese delle meraviglie. Non lo e', non l'ho mai pensato. Ma fa piacere, come dici te, vedere una certa logica nelle cose fatte, anche se magari a volte non la si condivide.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » lun nov 28, 2011 7:09 pm

Condivido con voi una tipica "busta paga" inglese. Chiaramente ho levato tutti i dati personali.

Come vedete è molto semplice: Salario lordo da cui detrarre il PAYE (Pay As You Earn - l'IRPEF, le tasse che dai allo stato, calcolate sul lordo mensile) e il NI (National Insurance, la sanità pubblica).

Il PAYE è niente fino ad una certa cifra - che è scritta nel TAX CODE, poi il 20% fino a 38.000 sterline annue mi pare.
Il NI è il 10% oltre una certa cifra.
Per uno stipendio medio alla fine considerando tutto paghi il 20% circa.

In fondo i riepiloghi.

Ciao
A
Allegati
payslip.jpg
payslip.jpg (38.06 KiB) Visto 6574 volte
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Walter
Amministratore
Messaggi: 3808
Iscritto il: sab giu 29, 2002 10:50 am
Località: BG
Contatta:

Re: My new life in the UK

Messaggio da Walter » lun nov 28, 2011 7:14 pm

Beh un po troppo semplice a mio avviso, non c'è neppure il riepilogo delle ferie residue, i giorni lavorati e retribuiti, ..
WALTER - Cinema Teatro Loverini
http://www.loverini.it

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » lun nov 28, 2011 7:42 pm

farebbero comodo, vero, ma lo chiedo al mio datore di lavoro.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
steven7
Utente 35mm
Messaggi: 268
Iscritto il: ven lug 15, 2005 4:43 pm
Località: Roma

Re: My new life in the UK

Messaggio da steven7 » lun nov 28, 2011 10:40 pm

Amo la semplicità, precisione, correttezza, secondo me la busta paga deve essere veloce da decifrare, di facile individuazione, salario, tasse, senza truffa ne inganno, per il resto dovrebbe riportarsi al contratto di lavoro, infatti se facciamo un confronto con busta paga italiana a prima lettura ci saranno molte cose incomprensibili, il modo più furbo per ingannare il lavoratore!
Stefano

In a small quantity!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » dom dic 25, 2011 11:13 pm

Per 48 ore provi a rispettare il codice della strada Italiano. Per abitudine tieni d'occhio i segnali stradali e gli inutili e pericolosi limiti di velocita' che iniziano e mai finiscono. 15 chilometri in campagna - verso Greve in Chianti dove abita mio fratello - con un limite di velocita' di 50km/h e anche 40km/h! Segnaletica sempre incompleta, non sai mai se il limite sia sempre 50 o magari un piu' ragionevole 70 o magari 90 perche' ti pare impossibile che sia sempre 50 e la fila che si sta accumulando dietro di te pare confermarlo. Dopo vari chilometri senza ulteriori cartelli e veicoli che ti superano indispettivi, ti convinci che il limite non puo' essere piu' 50km/h e acceleri un po', ma poco dopo un cartello "50km/h - CONTINUA" ti rimette con i piedi per terra. Che fare? Rispettare il limite ridicolo o fare come "sembra giusto"?
Mio fratello che mi seguiva mi ha detto "mancava solo il cartello Scuola Guida: limiti rispettati, frecce quando servono..."
Seguire le corsie poi puo' essere pericoloso, specialmente alle rotonde, che per essere percorse in sicurezza devono essere tagliate in mezzo. Non per nulla le strisce spesso non ci sono, tanto non servono. Un nervoso che non vi dico. :)
E le catene da neve obbligatorie praticamente dappertutto? Come se risolvessero le croniche mancanze di servizi. Se viene una bella nevicata e le strade non vengono pulite il traffico si blocca lo stesso, catene o non catene. L'ennesimo trucco per far pagare i poveri contribuenti (io ho dovuto noleggiare una macchina con le catene a bordo...).
Per il resto curiosamente per ora nessun disservizio evidente.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
steven7
Utente 35mm
Messaggi: 268
Iscritto il: ven lug 15, 2005 4:43 pm
Località: Roma

Re: My new life in the UK

Messaggio da steven7 » ven dic 30, 2011 8:34 am

Tanti cari Auguri in ritardissimo Antonio, ma questi giorni sono assente con me stesso, sarà l'effetto Monti e vallate, sono sempre più convinto che il mio destino doveva essere in UK e invece sono qui a sognare, e quando leggo i tuoi post sogno, e a proposito potrei chiederti com' era l'atmosfera Natalizia e cosa vi ha portato questo Natale?
Stefano

In a small quantity!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » sab dic 31, 2011 7:08 pm

Portato a chi? Io sono in ferie in Italia.

PS: ma che problema c'e' con le lampadine dei fanali delle macchine? Vedo continuamente automobili e autobus con mezzi fanali o mezze luci di posizione - puntualmente sostituiti dai fendinebbia... :(
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
steven7
Utente 35mm
Messaggi: 268
Iscritto il: ven lug 15, 2005 4:43 pm
Località: Roma

Re: My new life in the UK

Messaggio da steven7 » sab dic 31, 2011 7:28 pm

P.S. forse perchè in Italia c'è sempre il sole anche di notte.
Stefano

In a small quantity!

Avatar utente
Gio
Utente 35mm
Messaggi: 3560
Iscritto il: gio mag 30, 2002 6:16 pm
Località: Veneto
Contatta:

Re: My new life in the UK

Messaggio da Gio » sab dic 31, 2011 8:35 pm

Sono i dossi artificiali e le buche sulle strade :P
Giovanni Zampieri
La petite Lumière cinemultisala - Belluno

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » dom gen 01, 2012 12:22 pm

In UK ci sono degli scalini, altro che dossi. La differenza è che non vengono usati a mo' di trampolino di lancio! :)
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 24281
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: My new life in the UK

Messaggio da Antonio Marcheselli » mar gen 03, 2012 1:38 am

Ed eccomi nella piovosa Inghilterra, back to work.
I 10gg in Italia sono come sempre volati, passati tra un amico e un parente, un ristorante e un centro commerciale. Zero riposo, solo correre dappertutto. Ho sempre detto che 10gg non bastano, ne servirebbero almeno 15. Ma questo è quello che passa il convento.
Facciamo un po' di cronaca finché me ne ricordo!
Intanto non ho grosse cose clamorose da raccontare stavolta, sono riuscito ad arrivare a casa senza disservizi immediati stavolta e anzi a casa ho trovato il riscaldamento acceso, la colazione, un panettone e un piccolo decoder DTT per ridar vita ai miei jurassici televisori CRT! :)
L'idea sui limiti di velocità e le regole della strada l'ho già scritta, inutile dire che dopo 4-5gg ti rassegni e cominci a non rispettare più i limiti o ti tamponano.
Sono stato in comune, volevo iscrivermi all'anagrafe dei residenti all'estero. L'anagrafe mi riceve subito, in un ufficio dove il divieto di fumo è evidentemente non rispettato. "Vorrei iscrivermi all'AIRE". Domanda semplice, all'apparenza. "E che cosa vuole da me? Lei deve andare al consolato di Londra!"...
Insisto che i vari siti che ho consultato - compreso quello dello stesso comune - indica come primo passo la comunicazione al comune di appartenenza. "No" mi dicono, non possono far niente lì, devono ricevere il modulo dal consolato. Se voglio, possono "prendere un appunto"...
Io insisto che non ho problemi a credere alla loro versione ma che se poi vado a Londra (che è aperto solo la mattina chiaramente e NON il sabato) e mi dicono "ma lei l'ha fatta la richiesta al suo comune" poi diventa un problema tornare lì. Anche la collega insiste che non possono far niente ma io insisto nel fatto che il sito del comune dice diversamente. Si consulta - con non poche difficoltà tecniche - il sito del comune e... ho ragione io.
Quindi si chiama "la collega", anche se l'operatrice è "sicura al 99.9%" che è come dice lei. E invece ho ragione io, c'è da aprire una pratica che poi verrà conclusa quando il consolato manda il documento finale... Evvabbè.
Sono anche passato alle poste per spedirmi un pacco. Non il mio solito ufficio. Incredibilmente ci sono 7 sportelli aperti, aspetto pochi minuti. La signora dello sportello 'prodotti postali' mi vede con il pacco in mano e mi bercia 'lei che vuole un modulino per quello?". Io le rispondo "devo spedirlo all'estero".
Lo sguardo che ricevo è il medesimo che avrei ricevuto se avessi detto "devo spedirlo sulla luna" o "devo spedire del Plutonio in Iran".
Presa dal panico mi avvisa che devo scegliere come spedirlo!!! Ma io conosco la risposta "raccomandata". "ehhh, non lo so se ci rientra come raccomandata!". Per fortuna il peso è di poco inferiore al massimo, le dimensioni non si sa, non si ricordava esattamente la procedura, ma l'ho convinta che andava bene così :)
A quel punto mi dà il 'bollettino' e mentre lo compilo fa passare avanti un altro (ma non possono aspettare un minuto mentre lo compilo?) che chiaramente è uno che deve fare un'operazione bancaria sofisticata quindi mi manda alla collega che però aveva già chiamato un altro numero... insomma c'è il rischio della rissa ma soprassediamo.
Pacco 'check', bollettini 'check'.

"Pago con il bancomat"
e qui ricevo lo sguardo di una che si sente dire "MANI IN ALTO QUESTA E' UNA RAPINA" o "posso pagare con Rubli Siberiani del 1844?".
Chiaramente i pacchi non si possono pagare con il bancomat - nemmeno se sono 19 euro di spedizione - e devo uscire a prelevare dei soldi che poi mi resteranno inevitabilmente nel portafogli per 6 mesi.
Finalmente torno, cambio di nuovo sportello, spediamo il pacco. "Grazie a posto così, arrivederci".... "Ma le 19 euro non le vuole?" :)
Tra l'altro, allo sportello 5 c'era MARIANGELA FANTOZZI, era lei, non vi sono dubbi!

Ipercoop di Sesto Fiorentino, vado lì con mia sorella per un po' di shopping e poi ci fermiamo a mangiare. Classico localino da centro commerciale, dove ti fan la pasta al volo. Ci sono 120 coperti circa, e 3 persone a lavorare, compresa cassiera, cuoco e aiuto. Chiaramente nel momento in cui arrivo io arriva la folla, la cassiera dovrebbe anche farmi le insalate e il cuoco sta letteralmente tirando la pasta dappertutto senza preoccuparsi troppo del risultato. Urlano, sbraitano, faccio una fila che poi si sposta altrove come per magia, aspetto circa 20 minuti osservando questo tizio preparare cose indecenti. L'insalata deve farmela la cassiera che abbandona una fila di 20-30 persone in attesa di pagare.
Alla fine mi viene propinato un piatto di pasta "rigatoni gorgonzola rucola e speck" saltata 2 secondi e mezzo in padella. C'erano mezzi rigatoni e mezze penne. I rigatoni erano stracotti, le penne dure. Il sugo freddo e mediocre. L'insalata almeno era buona anche se la cassiera aveva versato quello che aveva rovesciando mezza roba fuori, così come il "cuoco" stava rovesciando di tutto ovunque.
Il riso si riscaldava al microonde. Ma il forno non era preimpostato per un tempo ragionevole, che so 2-3 minuti. No, uno aveva 8 minuti e uno 21. Il "cuoco" li tirava fuori quando se ne ricordava, con ovvi risultati.
Poi il genio: arriva un tale, passa avanti a tutti e fa al "cuoco": "me le fai 5 arrabbiate?". "5 arrabbiate ok!". "Bene, ora vado a pagare!!". A quel punto ho capito che non avevo alcuna speranza! :)

Ryanair ha superato sé stessa, due voli completi che vi lascio immaginare. All'andata mezz'ora di ritardo in partenza e rifornimento con passeggeri a bordo. Motori spenti per risparmiare e doccia gratuita come sempre. Ryan ha cominciato le prenotazioni del posto, limitatamente ai posti sulle uscite di emergenza che io trovavo sempre liberi e ora non più. E 2 ore di volo con le ginocchia in bocca non sono il massimo.
All'andata una hostess che è il festival della scortesia, una cosa vergognosa. Faceva commenti acidi per microfono... Per esempio quando - inspiegabilmente direi - ha annunciato l'arrivo a Pisa in orario, qualcuno deve aver commentato nelle prime file e lei ha interrotto la comunicazione per dire in modo sgarbato "sì, in orario! 23.55 è in orario!!".
Al ritorno medesime ginocchia in bocca, niente ritardo ma turbolenze come mai viste prima, pensavo di morire, mi sono avvinghiato al tavolino e ricordavo tutti i film serie "final destination" che avevo visto. All'imbarco vengono beccate due persone con il bagaglio a mano troppo grosse e vengono mandate alla biglietteria. Poveracci, non oso immaginare quanto possano aver chiesto loro!!
In UK solito tran tran, a parte il treno da stansted - nuove carrozze come promesso mesi fa - che ogni tanto pareva deragliare per la non linearità dei binari (immagino). A paddington sono arrivato 1.5h in anticipo e avendo un biglietto "advance" non mi è consentito salire su treni diversi dal mio. Quindi domando gentilmente al capotreno che sul momento scuote la testa, poi quando menziono il fatto di essere disponibile a pagare un sovrapprezzo mi dice che non importa e che posso salire lo stesso. Un po' di gentilezza e gli inglesi sono nelle tue mani :)

A parte le bischerate c'è una cosa che mi risulta evidente quando torno in Italia. Primo, i telegiornali sono dei bollettini di guerra. Morti ammazzati, debiti, crisi... una cosa allucinante, fanno spavento.
Secondo, la gente in giro è troppo spesso incazzata come le iene. Acidi e maleducati come non mai. Ma siam matti? Ma vi giocate il fegato "take it easy" o morite presto! A me non frega niente, ma veramente vi fa male!
Terzo: forse dovrei smettere di guardare Forum la mattina. Forse è quello che mi dà un'idea così negativa del tutto! :)

Ciao ciao
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Rispondi