La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futuri

Il contratto nazionale dello spettacolo, discussioni e proposte
MajinJoko
Messaggi: 11
Iscritto il: sab gen 22, 2011 11:07 pm

La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futuri

Messaggioda MajinJoko » mar apr 19, 2011 4:15 pm

Buongiorno a tutti.

Ormai i tempi sono maturi, e sembra proprio che sia giunto che il mondo dei proiezionisti subisca qualche modifica sostanziale.


Scrivo per chiederVi, in base alla vostra esperienza, come stanno procedendo le cose nelle grandi catene piuttosto che nei piccoli monosale, riguardo a cosa subirà il proiezionista da qui a pochi mesi.


Le solite voci di corridoio parlano di ridimensionamento (UCI) o licenziamento (THE SPACE), mentre non sembra che cambierà molto nei piccoli cinema di paese o parrocchiali.

Queste però, sono solo voci.

La realtà è che ormai qualche sala completamente digitalizzata c'è, e mi piacerebbe raccogliere qualche dato più veritiero su quello che ci si deve aspettare nell'imminente futuro.



Buona giornata a tutti

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda monco » mer apr 20, 2011 8:03 pm

Caro amico, come già espressomi in passato , ti posso dire che venerdì scorso abbiamo avuto per la prima volta una situazione senza pellicola 35 mm. Per le tre sale abbiamo impiegato più di 6 ore per caricare i film ma soprattutto le pubblicità. Questo significa che, a dispetto del disfattista amministratore di questo sito, il personale è ancora necessario e se il lavoro seguente non è quello da muratore sono nostre fortune. Dopo anni di contratti scadenti, almeno il lavoro si riduce ma non per questo si riducono le responsabilità: preparare i film, gli spot nazionali e locali, verificare il video e l'audio, la climatizzazione in sala, le lampade, le uscite di sicurezza, il rapporto con il pubblico che entra e quant'altro impegna una multisala. Conclusione: Ci sarà riduzione del personale ma chi resta sarà indispensabile e potrà chiedere una parte di chi non ci sarà più: Finalmente un dare e avere. Ciao

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » mer apr 20, 2011 8:24 pm

Ti ringrazio per il lusinghiero commento.

Sei al corrente che esistono dei sistemi che fan caricare i DCP a distanza, senza l'intervento di nessuno?
E' anche chiaro che la mia "visione disfattista" non avverra' in 10 giorni ma certamente tra qualche anno gli impianti saranno collaudati e non avran bisogno di nessuno.

Ad ogni modo, anche se hai impiegato 6 ore per caricare tutto, i restanti giorni che fai, guardi le playlist che si eseguono?
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda monco » sab apr 23, 2011 7:26 pm

Premetto che "disfattista" non è un'offesa. I restanti 6 giorni sono stati così: il primo per seguire le proiezioni, il 2° e il 3° per aiutare la maschera in quanto fine settimana; il 4° e il 5° riposo e il sesto per preparare i nuovi film. Ciao.

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda monco » sab apr 23, 2011 7:26 pm

P.S. BUONA PASQUA A TUTTI.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » sab apr 23, 2011 7:35 pm

Ho scritto lusinghiero.

Il secondo e terzo giorno quindi non serviva un proiezionista ma un'altra maschera. Poi due giorni di riposo, e il sesto hai preparato i nuovi film.

Ergo: ti servono 2 giorni per preparare e verificare tutto. Sappiamo tutti che la "verifica" non interessa alle grandi catene, la verifica la fa il cliente, se c'è qualcosa che non va escono loro a dirlo. Resta quindi un giorno per 'preparare', cosa che può essere fatto tranquillamente in remoto, specialmente il caricamento dei DCP che con un server FTP o un satellite possono essere caricati automaticamente, eliminando l'attesa fisica del caricamento via HD. Se trovi tutti i DCP sul server già pronti in pratiche playlist, bastano poche ore di preparazione e più i sistemi diventeranno integrati e funzionali, meno dovrai impazzire con i server.
Non mi pare quindi di essere disfattista quanto realista.

Buona pasqua ma dovresti ormai sapere che dovresti editare i tuoi post invece di inserirne uno di fila all'altro.

Ciao
A
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Iv@no
Fisherman
Messaggi: 712
Iscritto il: mer giu 16, 2004 11:19 pm
Skype: panarello1
Località: Piemonte
Contatta:

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Iv@no » lun apr 25, 2011 1:13 am

monco ha scritto: Ci sarà riduzione del personale ma chi resta sarà indispensabile e potrà chiedere una parte di chi non ci sarà più: Finalmente un dare e avere. Ciao


Ma ne sei veramente convinto ?

paolos79
Messaggi: 10
Iscritto il: mar mag 05, 2009 1:45 am

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda paolos79 » sab apr 30, 2011 1:01 am

ciao a tutti avevo scritto qualche mese fa in questo thread http://www.cinematech.it/forum/viewtopic.php?f=6&t=6157&p=65992#p65992. attualmente lavoro in una multisala di tre sale completamente digitalizzata. Siamo in 6 dipendenti full-time in totale (biglietteria, bar, accoglienza, pulizia sale, proiezione...). in 4 abbiamo il patentino da operatore e l'attestato antincendio ma tendenzialmente tutti facciamo tutto dalla biglietteria alla proiezione. Per creare una playlist e schiacciare play non ci vuole nè patentino nè esperienza. In 5-10 minuti abilitiamo le cabine e possiamo gestire tutte le partenze con un tms al piano terra, senza andare in ogni cabina. Carichiamo i film da harddisk sui server senza problemi anche durante la proiezione e a volte arrivano via satellite. I tre server sono collegati: una volta che hai il contenuto su uno lo trasmetti più velocemente sugli altri. La struttura ha 100-120.000 spettatori l'anno e in sei si lavora in tutta tranquillità. probabilmente siamo persino in troppi. C'è da dire che è adottata la "banca ore" (in accordo col sindacato): nei periodi come questo con meno spettacoli e spettatori lavoriamo tra le 20-35 ore a settimana; nei momenti di massima affluenza e ore di apertura cinema arriviamo a 65 ore a settimana; anche ferie e i permessi sono quantificati in ore; non c'è straordinario, mancati recuperi o mancati riposi. Tutto questo ovviamente permette di sfruttare al meglio il personale.

Precedentemente ho lavorato come proiezionista in tre multiplex e lì facevo l'operatore di cabina e basta. A Torino ormai sono 2 le catene: The Space, che ha l'ex medusa e l'ex warner, e UCI che rilevato il Pathé e l'UGC di Moncalieri. So con certezza che i sindacati si sono messi d'accordo con questi gruppi per ridefinire i contratti dei proiezionisti. Ovviamente non possono cambiare il livello (D era e D rimarrà). Tuttavia verrà messo per scritto un allargamento delle mansioni a maschera, bar eccetera. L'obiettivo comunque, una volta digitalizzate tutte le sale, è quello di "sbarazzarsi" dei proiezionisti e creare un unico grande reparto in cui tutti fanno tutto... che poi è quello che avviene nella multisala dove lavoro.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » sab apr 30, 2011 1:42 am

Grazie per la tua esperienza.

Io non concordo con l'assenza dello straordinario. Se lavori 65 ore a settimana, quelle 25 ore in più devono essere pagate come straordinario. Quando avevo la banca ore ci pagavano il 30% e il resto veniva messo nella banca ore.

Altrimenti d'estate ti prendi dalla banca ore delle ore "straordinarie" e le usi come "ordinarie", una bella fregatura. Se si lavora 65 ore a settimana secondo me è giusto che vi sia una retribuzione, non lo si fa per la gloria.

Comunque tornando IT confermi quanto il disfattista amministratore pensavo: un impianto montato a modo rende le cose piuttosto semplici. Che server avete per curiosità?
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

paolos79
Messaggi: 10
Iscritto il: mar mag 05, 2009 1:45 am

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda paolos79 » sab apr 30, 2011 2:07 am

Per quanto riguarda la banca ore... è così... prendere o lasciare. Ho trovato questa situazione ed era concordata a livello sindacale. Lo stipendio è sempre quello, indipendentemente da quanto lavori, unica variante sono i festivi e maggiorazioni domenicali (non abbiamo nemmeno la maggiorazione sul notturno).

Antonio, qualcuno si ostina a definire "disfattismo" il realismo. Con questo non voglio dire che le cose siano peggio o meglio di prima. Semplicemente bisogna prendere atto del cambiamento. Il proiezionista è in via d'estinzione :). Poi magari ci saranno realtà in cui si manterrà più a lungo una certa distinzione dei ruoli... ma non sarà nè una necessità nè economicamente conveniente. Personalmente "fare tutto per fare tutto" ho preferito scegliere di lavorare in una struttura più piccola.
Come server usiamo dolby e mi trovo meglio rispetto al doremi (che usavo in altre cabine).

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda monco » sab apr 30, 2011 4:11 pm

Beh, mi fa proprio piacere che a Torino ci sia la conferma di quanto da me detto sopra. Nonostante la completa digitalizzazione siete in 6 dipendenti full time. Qualcuno aveva ipotizzato che con le sale digitalizzate il personale sarebbe scomparso, le sale si sarebbero messe in funzione da sole ecc. ecc.
Credo che un esercente serio si comporti come nella multisala di Torino: il personale è indispensabile, magari non verrà rimpiazzato chi sceglie di cambiare lavoro o chi va in pensione, ma almeno 3 figure ci vorranno sempre. E, come ho già pensato positivamente, credo che se il titolare risparmierà sulla copia e anche 30000 euro l'anno per il dipendente che non rimpiazza, potrà generosamente e giustamente darne anche un terzo a chi resta. Ciao e buon 1° maggio anche se noi dei cinema lavoriamo e ci sacrifichiamo e chiediamo qualcosa per questo.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » sab apr 30, 2011 8:02 pm

Veramente paolos ha evidenziato che in cabina non ci sta nessuno.

Sul discorso server, era infatti per capire che TMS avete. Usate il TMS Dolby?
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

paolos79
Messaggi: 10
Iscritto il: mar mag 05, 2009 1:45 am

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda paolos79 » dom mag 01, 2011 12:30 am

monco, forse mi sono spiegato male, non ho detto che non sarà più necessario il personale nei cinema. Raccontando la mia esperienza ho cercato di argomentare perché a mio parere sparirà la figura del proiezionista. O meglio, in una struttura digitalizzata, che sia multisala o multiplex, è più che sufficiente un solo proiezionista che sa cambiare una lampada, fare piccoli interventi di manutenzione...
Una multisala come quella in cui lavoro io per offrire un servizio decente ha certamente bisogno di personale. Fare pop corn, rifornire il bar, lavare gli occhiale per il 3d e inscatolarli, pulire le sale... sono occupazioni che richiedono del personale. Il proiezionista si dovrà riciclare in queste mansioni.

Sì Antonio usiamo il TMS dolby. Questo qui

Immagine



Buon primo maggio a voi :)

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda monco » dom mag 01, 2011 4:17 pm

Ma io infatti ho parlato di personale, non di proiezionisti. Questi muteranno le loro mansioni diventando l'anima totale della sala, una specie di vice direttore che riferirà dell'andamento della stessa. Per quanto riguarda il buon primo maggio è buono per chi se lo gode, non per chi lavora e si sacrifica nei giorni dove la maggior parte della gente festeggia. Ed è anche per questo motivo che spero in un rinnovo contrattuale finalmente rispettoso del nostro sacrificio, oltre a quello che sostengo in altra parte. Ciao. Sono stanco. Ho voglia di andare in pensione ma mi mancano 10 anni, pazzesco.

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » dom mag 01, 2011 8:25 pm

E dove avrei scritto che prevedo cinema senza PERSONALE?
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

monco
Utente 8mm
Messaggi: 106
Iscritto il: dom apr 08, 2007 10:29 am
Località: Lombardia

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda monco » lun mag 02, 2011 5:57 pm

E' in "Quanti operatori con il digitale" giovedì 16/12/2010 ore 23,36. Ciao

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » lun mag 02, 2011 6:10 pm

In futuro nessuno farà nessuna nottata Stiv, il trasferimento file verrà gestito da un computer centralizzato e i film verranno distribuiti via Satellite (molte sale qui sono attrezzate e alcuni DCP arrivano dal satellite appunto). Che senso avrebbe stare una nottata a vedere delle barre di progresso?
Un cambio lampada si fa in 45 minuti ad essere pignoli e i proiettori hanno anche la centratura automatica. Non servono 3 o 4 proiezionisti in turno il giovedì notte per "spostare i film".

La riduzione delle ore del personale è inevitabile. E' quantomeno possibile la totale eliminazione. Non so sinceramente dove il mettere in discussione questa realtà.


appunto, la discussione si intitolava "quanti OPERATORI" non "quanto PERSONALE". Il commento era chiaramente riferito all'oggetto della discussione, un cinema automatico ancora non l'ho concepito.

Ciao
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Nicolò89
Nuovo Utente
Messaggi: 90
Iscritto il: sab gen 16, 2010 1:21 pm

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Nicolò89 » dom mag 08, 2011 10:49 pm

paolos79 ha scritto: C'è da dire che è adottata la "banca ore" (in accordo col sindacato): nei periodi come questo con meno spettacoli e spettatori lavoriamo tra le 20-35 ore a settimana; nei momenti di massima affluenza e ore di apertura cinema arriviamo a 65 ore a settimana; anche ferie e i permessi sono quantificati in ore; non c'è straordinario, mancati recuperi o mancati riposi. Tutto questo ovviamente permette di sfruttare al meglio il personale.


Antonio Marcheselli ha scritto:Grazie per la tua esperienza.

Io non concordo con l'assenza dello straordinario. Se lavori 65 ore a settimana, quelle 25 ore in più devono essere pagate come straordinario. Quando avevo la banca ore ci pagavano il 30% e il resto veniva messo nella banca ore.

Altrimenti d'estate ti prendi dalla banca ore delle ore "straordinarie" e le usi come "ordinarie", una bella fregatura. Se si lavora 65 ore a settimana secondo me è giusto che vi sia una retribuzione, non lo si fa per la gloria.


Buongiorno a tutti, paolos anche io ho la banca ore (contratto full time apprendista operatore di cabina) e confermo che d'estate se fai meno ore (cosa che fortunatamente per me non succede visto che faccio 80-90 ore al mese di straordinario) te le tolgono dalla banca ore cosicchè diventano ore ordinarie (mi associo ad Antonio sul non essere d'accordo su questo).

Tornando alla discussione per fortuna io lavoro in un cinema/teatro che nonostanta abbia cambiato gestione (ex parrocchiale) per adesso è stato tutto mantenuto normale e quindi ci sono ancora due manualissime V5 senza qualsiasi tipo di automatismo.

Vorrei rispondere a monco riguardo al fatto che il personale è indispensabile per verificare il video e l'audio, la climatizzazione in sala, le lampade, le uscite di sicurezza.....a mio parere questi sono compiti eseguibili anche da una comune maschera o cassiere/a o barista con un minimo di insegnamento...i corsi antincendio li possono fare anche loro, e anche girare la rotellina su un cp 650 o leggere la temperatura in sala su un termostato o spingere un maniglione antipanico...per cambiare le lampade sui proiettori basta chiamare un tecnico esterno...

Non per fare la vittima e nemmeno per fare il ripetente ma io proietto su 2 v5 manuali senza avere il patentino, ciò vuol dire o che si approssimano a una digitalizzazione (il gruppo che ha in affitto il cinema ha altri cinema con sale digitalizzate) o che sono in attesa di una sessione di esami per farmi conseguire il patentino (esami che attualmente non se ne fanno praticamente più)....a voi le conclusioni...

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23908
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Antonio Marcheselli » dom mag 08, 2011 10:59 pm

Anche fare 90 ore di straordinario al mese non è corretto. Si assume un altra persona e non si massacra quella presente.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Nicolò89
Nuovo Utente
Messaggi: 90
Iscritto il: sab gen 16, 2010 1:21 pm

Re: La situazione dei proiezionisti passati, presenti e futu

Messaggioda Nicolò89 » lun mag 09, 2011 1:50 am

E ma questo è sempre stato il problema di questo cinema/teatro....in 20 anni saranno cambiati 10 responsabili, di cui la metà ne è uscita con un esaurimento nervoso, depressione, sedute dallo psicologo; e non lo dico per spaventare, sono cose realmente accadute raccontatemi appunto dalle persone interessate (e che un pò sto provando io ma finora va tutto bene, in teoria)
D'altronde se tutti rispettassero le regole non ci sarebbe bisogno dei sindacati, ispettorati del lavoro, avvocati, giudici....


Torna a “Contratto”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite