Godzilla: king of Monsters, Arcadia Melzo, Sala Energia.

Reclami e segnalazioni dal pubblico
Ale Dogo
Nuovo Utente
Messaggi: 50
Iscritto il: ven lug 28, 2017 12:55 am

Godzilla: king of Monsters, Arcadia Melzo, Sala Energia.

Messaggioda Ale Dogo » mer giu 05, 2019 7:33 pm

Una traccia totalmente da riferimento accompagna la visione di "Godzilla II: King of the Monsters", rendendo la visione ancora più speciale, particolare e tecnicamente onirica.
Il montaggio sonoro e il design sono tra i migliori degli ultimi anni, permettendo agli spettatori di gustarsi un'enorme quantità di suoni suggestivi che creano la giusta atmosfera per gli avvenimenti del film.
Il missaggio si rivela anch'esso ottimo, capace di soddisfare anche gli audiofili più accaniti.
I titoli di testa iniziano già a far capire le carte in tavola.
La dinamica è di primissima categoria, garantendo dei contrasti sonori molto efficaci, soprattutto durante i combattimenti.
Nonostante ci siano dei picchi dinamici veramente intensi, ogni suono rimane perfettamente distinguibile e posizionato all'interno dell'immagine uditiva.
La chiarezza e la trasparenza sono eccezionali; le altre frequenze sono estesissime e squillanti, senza mai divenire sibilanti, le medie sono ricche, varie è sempre pulite.
La spazializzazione è in ogni momento eccellente, sia tra i frontali, sia tra i surround, creando un'atmosfera molto realistica, facendo dimenticare agli spettatori di essere in sala a guardare un film.
Gli effetti di panning sono precisi come una lama affilata, con alcuni momenti che interessano i surround in modo veramente fluido e realistico.
La qualità di suoni che interessa i surround è ingente, ed ognuno di essi è perfettamente gestito, che sia un ruggito, un rombo di un aereo o un colpo d'arma da fuoco.
Gli effetti direzionali sono molteplici e interessanti.
L'uso di Atmos è molto valido, anche se sarebbe stato interessante sentire la versione originale; in generale mi aspettavo un uso più spiccato della codifica, visto il materiale fornito dal reparto montaggio.
Ci sono alcune scene durante le quali alcuni effetti sonori, che interessano i surround, raggiungono livelli molto intensi e a volte in frequenze gravi.
I frontali sono molto potenti e dinamici, conferendo un punch non indifferente, ma mantengono sempre una precisione e pulizia uniche, in modo che si possano percepire tutti i dettagli (moltissimi).
I dialoghi sono perfettamente gestiti e sempre udibili, raramente spazializzati all'interno dei frontali.
Il canale centrale in alcuni frangenti mostra i muscoli, con suoni molto dinamici (per lo più ruggiti), una delle migliori prestazioni del canale normalmente riservato ai dialoghi degli ultimi tempi.
I ruggiti dei mostri sono suggestivi, spazializzati (talvolta provengono dai surround oppure riverberano in essi) e molto dinamici.
La scelta di riprendere il ruggito originale di Godzilla e utilizzarlo in modo alternato, a volte mischiato, a quello creato da Aadahl nel 2014 è fantastica, creando un clima di nostalgia e rendendo unico e distinguibile il grande re dei mostri.
Le varietà e le differenze timbriche del ruggito di Ghidorah, lo trasformano in un villain terribile e iconico quanto la sua nemesi.
Lo stesso vale per gli altri titani, interessante il ruggito di mothra e come viene usato per ricreare, in un determinato momento, una melodia, e come varia durante la sua trasformazione da larva a farfalla.
I ruggiti vengono utilizzati anche in momenti nei quali gli stessi mostri non sono né visibili né presenti nelle scene in questione, ma vengono utilizzati per far percepire un arrivo prossimo (nonostante il suo ruggito non sua udibile) o per far capire un suo stato d'animo, o per rendere omaggio ad un titano in particolare (non cito le scene per motivi di spoiler).
Le musiche sono perfette in ogni momento; i rifacimenti dei temi originali sono da pelle d'oca e perfettamente funzionanti in ogni momento, senza abusarne.
Il missaggio delle stesse è ineccepibile, sempre perfettamente amalgamate al resto dei suoni, dinamiche, pulite e con un forte impatto grazie alle frequenze gravi.
Ovviamente, per l'apocalisse causata dallo scontro tra i titani, la traccia dispone di una gamma bassa che metterà alla prova i subwoofer di tutte le sale prima e di tutti gli home theatre poi.
Le basse frequenze sono costanti, profonde (con momenti veramente da riferimento come discesa in frequenza) e con un forte effetto vibrotattile che garantisce un esperienza fisica (letteralmente) durante le due ore e dieci di film.
Ogni effetto dell'LFE fa in modo che la presenza dei titani sia realistica e coinvolgente, spesso creando anche un clima di tensione palpabile.
Le basse frequenze, inoltre, non mancano in cura nei dettagli e in varietà.
La possenza e l'headroom dei 14 subwoofer della Sala Energia (10 Meyer X800c e 4 Meyer 1100-lfc incassati nel muro) garantisce di gustarsi al meglio tutti questi dettagli, garantendo un suono pulito, di altissima qualità, preciso e controllato alla perfezione.
Nonostante il livello generale molto elevato, l'ascolto non risulta fastidioso e la distorsione generale è inesistente.
La qualità generale dell'impianto Meyer Sound di Energia è massima, fino ad oggi la migliore mai sentita.
Una seconda o terza visione è consigliata per percepire tutti i dettagli e per godersi questa magnifica traccia che manderà in estasi tecnica tutti gli audiofili e cinefili interessati al componente tecnico.
La recensione è stata scritta in base alle mie due visioni, una in anteprima il 29 maggio alle 22.30 fila 11 posto 21 e l'altra sabato 1 giugno alle 17.10 fila 11 posto 21, entrambe in Sala Energia.
"Il cinema è la scultura del tempo"

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23999
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Godzilla: king of Monsters, Arcadia Melzo, Sala Energia.

Messaggioda Antonio Marcheselli » mer giu 05, 2019 7:52 pm

Mi mancavano le tue recensioni dettagliatissime, entusiastiche e molto tecniche. :) Grazie!
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo


Torna a “Esperienze Cinematografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite