Maratona jurassic world, Arcadia, sala energia

Reclami e segnalazioni dal pubblico
Ale Dogo
Messaggi: 49
Iscritto il: ven lug 28, 2017 12:55 am

Maratona jurassic world, Arcadia, sala energia

Messaggioda Ale Dogo » gio giu 07, 2018 4:00 pm

Maratona Jurassic World + Anteprima mer 06/06 Arcadia cinema Melzo, sala energia.
Come da tradizione, un film della saga di jurassic park, va visto in sala energia.
Arcadia ha proiettato alle 20.00 jurassic world e alle 22.30 circa jurassic world il regno distrutto.
Prima dell'inizio della presentazione e dell'inizio del primo film, in sala è proiettato (immagine fissa) il poster personalizzato per la maratona.
Inizia una veloce presentazione, a cura di badtaste e Laura Fumagalli, poi tre trailer a volume basso, sound Wall illuminato, che mostra i 5 array Meyer leopard, e poi via col film (nessun trailer sonoro).
Il film è presentato in PCM 7.1 con video digitale 4K in formato 1,85:1, quindi su quasi 500 metri quadrati di splendente schermo Perlux.
Il video è ineccepibile, nitidezza perfetta, colori accesi ma senza diventare troppo saturi, contrasto fantastico (questa volta energia mi ha colpito), luminosità perfetta e uniforme su tutto lo schermo.
Audio fantastico, una traccia da riferimento, un 7.1 che utilizza tutti i canali a disposizione sempre, anche nelle scene più tranquille, grazie anche ad un'ottima spazialità, presente sempre.
Nelle scene d'azione i suoni sono moltissimi ma tutti posizionati bene, buona parte dei suoni si muovono con un panning molto fluido lungo i tre frontali, i suoni più lontani e gli “off screen” invece si muovono lungo i surround con una direzionalità fantastica.
I 4 canali surround aggiungono qualcosa in più (e si sente) rispetto ai classici 2 del 5.1.
Le alte frequenze sono pulite e squillanti ma non fastidiose, lo stesso vale per le medie, potenti in mote occasioni.
Musiche perfette e presenti, emozionanti ma soprattutto ben amalgamate nel mix, senza perdersi ma neanche opprimenti nei confronti degli altri suoni.
La dinamica è fantastica e si sente ogni volta che c’è qualche sce a con l'indominus; anche la dinamica dei surround non scherza (a volte i ruggiti da dietro o dai lati salgono di brutto).
Questa traccia probabilmente verrà ricordata per la precisione e per la componente surround di primissima categoria.
Voci di diversa intensità a seconda del contesto, ma sempre udibili e cristalline.
Fascia bassa anch'essa da riferimento, presente, profonda, molto articolata e molto potente; da il giusto impatto ai passi, ai movimenti e ai ruggiti dei dinosauri e alle altre scene d'azione.
Impatto fisico considerevole.
Basse massicce in qualche caso e secche in altri, sempre precise.
Volume giusto, però, poco più alto avrebbe fatto piacere.
Finito il primo film, si esce dalla sala è Arcadia lascia 15 minuti prima dell'anteprima del secondo capitolo della trilogia (futura visto che il terzo è solo all'inizio della produzione) e quinto della saga.
Questo primo film non l'ho mai apprezzato, lo trovo poco originale, con pochi colpi di scena e con poco emozionante (a parte le musiche) e anche poca suspance, anche il combattimento col t-Rex non mi ha coinvolto emotivamente in modo particolare; forse non basta più mettere rexy per emozionare le persone.
Si rientra in sala e, dopo un'altra piccola presentazione, gli stessi tre trailer (quello di ant-man non lo sopporto più) e il video realizzato da Badtaste con le interviste agli attori e al regista, viene proiettato il trailer Atmos Nature's fury, a volume molto alto.
Un buon impatto in generale ma resto dell'idea che questo trailer è poco emozionante e che è la versione mutilata dell’intero Dolby cinema.
Arcadia lo avrà messo perché dimostra le potenzialità del suono tridimensionale dell'Atmos però a questo punto io (soggettivamente) avrei messo Amaze (che dimostra ancor di più) oppure unfold (il massimo della potenza brutale che un impianto può esprimere, però senza mancare di precisione e tridimensionalità).
Inizia l'anteprima, presentata appunto in Dolby Atmos e con video digitale 4K in formato 2,35:1, quindi il masking verticale è sceso fino a raggiungere il limite superiore dell’immagine.
La differenza tra 1,85 e 2,35 è enorme e, per il tipo di film, avrei preferito, ancora, la scelta del 1,85.
Il video di questo film mi ha colpito come quello del precedente, la palette cromatica era differente ma i colori erano comunque perfetti, il contrasto era ottimo (soprattutto nella prima scena) anche se verso metà film (credo per scelta registica) il livello del nero non è più profondo come prima, infatti a giudicare dalle ambientazioni delle scene è giustificata la cosa.
Nitidezza perfetta, non ho neanche notato panning orizzontale (neanche nel primo).
Luminosità come nel primo film, perfetta.
L'audio è qualcosa di straordinario, a parer mio, il migliore dell'anno (secondo me meglio di ready player one) e uno dei migliori degli ultimi anni.
Volume altissimo, veramente una bomba, molto più d'impatto rispetto al precedente.
Hanno ricreato sempre un ambiente immersivo e sin da subito si sentiva la differenza tra Atmos e 7.1.
Nelle scene d'azione il panning è molto più fluido e la direzionalità è veramente da riferimento, come la spazialità.
Il suono si sposta da un diffusore all'altro in modo fantastico, preciso come non mai, sia con i frontali (si sente che Atmos ne usa 5, non solo per la dinamica ma anche per rendere più realistico il panning), sia con i surround.
Anche se il 7.1 in certe scene sembrava più bilanciato, con Atmos c'era una sensazione di realismo in più.
Il modo in cui si sposta è brutale, ogni volta che passa per un diffusore un “oggetto sonoro” la riempie e la pompa di brutto.
Anche i top surround si sono fatti sentire e spingevano molto in una scena, lo stesso vale per i sub dei surround, si son sentiti, anche distintamente in una scena e anche i supporti per le basse frequenze dei frontali si sono sentiti.
Voci cristalline e molto alte, musiche ottime, molto più alte e presenti rispetto al primo film, a volte dominavano su tutto.
Gamma bassa da riferimento, sempre presente (molto di più rispetto al primo film), non c'è una scena che non ha basse frequenze.
Profondissima e potentissima, massiccia nelle scene sull'isola (vulcano da riferimento) e secca soprattutto dopo la metà del film, in ogni caso ci sono moltissime scene brutali che fanno tremare la sala è lo stomaco.
Impatto fisico veramente notevole.
Timbrica della gamma bassa molto imponente e come sempre basse controllate.
Dinamica, come tutto il resto, da riferimento, credo anche grazie ad Atmos.
Sono due tracce fantastiche, che verranno ricordate, precise, curate, dinamiche e potenti, riprodotte in modo sublime dall'impianto di primissima qualità Meyer (che rimane attualmente il più grande del mondo).
Il vantaggio della traccia de “il regno distrutto” è che osa di più e per descriverla più che parole tecniche ci vogliono termini che rimandano alla brutalità di questa traccia, che comunque non perde in precisione e cura, anzi, fa l'opposto.
In questo caso, oltre alla differenza tra le due tracce, credo che Atmos abbia dimostrato che è superiore (e non di poco) ad un 7.1, dandomi finalmente delle speranze dopo esperienze in cui il DTS in energia suonava meglio di Atmos (ready player one).
Speriamo in un futuro di tracce Atmos come questa.
Ovviamente luci spente fino alla fine della scena (che potevano mettere prima o non mettere) post-credits.
Unico “difetto” è...il film; per carità non è uno scempio, ma a parte della parti molto belle il resto è pieno di problemi (e l'umorismo ridicolo non è l'unico problema).
Belle le ambientazioni, anche quel poco di suspance in più è benaccetto però non era come mi aspettavo, quindi in generale mi ha deluso, però hanno grandi possibilità per il prossimo film, spero che le sfrutteranno.
Personalmente do un 6 a questo e 5 1/2 al precedente (però non sono un critico, sono giudizi personali).
È sempre bello vedere i dinosauri della saga al cinema ma prima o poi (più prima che poi) la gente si stancherà perché non basta più, c'è bisogno di originalità e di un lavoro di qualità.
Poi sarebbe meglio che nascessero nuove saghe (o anche solo nuovi blockbuster singoli), invece che sempre queste però questo è un altro tema e non ho intenzione di divagare.
Complimenti ad Arcadia e a Fumagalli in particolare, Energia ancora oggi non deve temere la concorrenza degli altri cinema (proprio oggi sono passati 21 anni dall'inaugurazione con la trilogia di Star Wars).
"Il cinema è la scultura del tempo"

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23929
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Maratona jurassic world, Arcadia, sala energia

Messaggioda Antonio Marcheselli » gio giu 07, 2018 8:08 pm

Che bella recensione! Complimenti.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Ale Dogo
Messaggi: 49
Iscritto il: ven lug 28, 2017 12:55 am

Re: Maratona jurassic world, Arcadia, sala energia

Messaggioda Ale Dogo » lun giu 11, 2018 11:06 pm

Grazie Antonio :)
Sabato, se tutto va bene, torno a vederlo in IMAX a Orio, anche se la sala energia che si è scatenata durante la maratona credo sia imbattibile.
Scriverò sempre in questa discussione come è andata.
"Il cinema è la scultura del tempo"


Torna a “Esperienze Cinematografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite