Larguées, Pathé Nice Gare Du Sud, lunedi 5 marzo 2018

Reclami e segnalazioni dal pubblico
Avatar utente
mbarsot
Utente 35mm
Messaggi: 483
Iscritto il: sab gen 21, 2006 4:32 pm
Località: Lombardia

Larguées, Pathé Nice Gare Du Sud, lunedi 5 marzo 2018

Messaggioda mbarsot » mer mar 07, 2018 12:19 am

Proiezione in avant-premiere, spettacolo ore 18.30.

Dopo lunga attesa, Pathé-Gaumont inaugurava ieri un nuovo multiplex in pieno centro città a Nizza, facendo cosí uscire la città dal suo torpore decennale (le sale sembrano quelle di Milano di inizio anni 80).

E lo fa nel migliore dei modi, in una zona abbastanza centrale appena ristrutturata, detta "Gare du Sud" (stazione ferroviaria sud).

Il multiplex ospita l'unica sala "Dolby Cinema" del sud della francia. Tutte le altre sale del multiplex sono "standard" (stadium seating, schermi abbastanza grandi ecc), ma questa é veramente notevole, con poltrone reclinabili distanziatissime, ottima visione anche dalla prima fila, altoparlanti nascosti. E un grande schermo scope.

Arriviamo verso le 17.45 e - dopo aver preso una bella dose di fango (ovviamente all'esterno del cinema nulla e' pronto) - ci viene detto che non siamo nell'elenco degli aventi diritto (ad entrare all'inaugurazione). Citiamo il nostro altolocato sponsor (quello che ci ha fatto avere gli inviti), ma questo non basta. Ci tocca restare fuori sotto la pioggia. Inizio ad andare in escandescenza, ma proprio in quel momento una fanciulla esce "Madame Fava? Desolé..."...insomma ci hanno trovati, possiamo entrare.

Il foyer e' molto ampio e luminoso, e ci viene immediatamente proposto un bel bicchiere di champagne. Dopo una rapida perlustrazione, decidiamo di recarci alla sala DolbyCinema. Per accedere, si sale di un piano (tramite scale mobili), poi si passa un corridoio, ed infine si arriva al'iconico marchio con la doppia "D" specchiata, conornato di blu.

Enter a different world.

Dietro la "D" ci si presenta un corridoio magico, con una proiezione di pianeti (mi pare) e musica di grande ATMOSfera.

Una porta da aprire, ed eccoci nella sala. Perfettamente insonorizzata, misteriosamente nera, con poltrone da sogno. Ed il logo Dolby sullo schermo.

Impossibile non girarsi verso la "cabina", e notare che i fasci luminosi sono due, affiancati.

Prima del film un simpatico vecchietto prende la parola e parla dell'importanza della cultura nel cinema, e dell'importanza del cinema francese.E del fatto che a Nizza nel secolo scorso si producessero dei film in una "cinecittà" situata vicino all'aeroporto.

Il signore e' risultato poi essere il billionario Jérôme Seydoux, presidente (e proprietario) del gruppo Goumont-Pathé, ex attore, produttore di numerosi film tra cui quelli di Sorrentino e quello su Snowden, ex socio di Silvio Berlusconi per la (sfortunata) tv "La Cinq", proprietario del quotidiano Liberation ecc. Legge da un foglietto, ed annuncia che per questa inaugurazione ha deciso di proiettare un film francese, con una regista (donna) francese e delle attrici francesi. Un film in 5.1, non in Atmos e non in Dolby Cinema.
I contenuti prima della tecnologia immagino.

Successivamente prende la parola un politicante (che riesce ad affermare che fuori c'é il sole, creando incredulita' in sala (piove da tre settimane), ed infine il responsabile Dolby Julian Stanford.

Terminati i discorsi scende il buio in sala, e ci viene presentato un Trailer (o demo) in francese, che illustra la tecnologia con grandi effetti sonori ed un colpo di scena: quando, ormai a meta' del trailer, viene detto che il "nero" che pensavamo fosse nero tale non era: ecco il vero nero. Difficile spiegare, il paragone si puo' forse fare con il nero delle tv Oled.
A differenza di queste, però, qui i colori non sono sparati ed artefatti, ma incisivi e molto gradevoli.

Termina il trailer e inizia il film, una specie di commedia francese abbastanza gradevole e con un buon audio.

Gudizio finale: proiezione perfetta, audio ottimo, pubblico tollerabile, poltrone comodissime, qualita' al top.

I biglietti per la sala Dolby costano 15.80 euro, ma per una volta possiamo dire che li valgono tutti (oltretutto 1.50 euro del tram sono decisamente meno del costo dell'autostrada e del gasolio per andare fino a Melzo).

L'allestimento della sala, il coordinamento dei vari fornitori, la messa a punto degli impianti e la proiezione sono stati curati da un responsabile Dolby venuto apposta dall'inghilterra.

https://youtu.be/3BCie8I2cmU

Ale Dogo
Messaggi: 37
Iscritto il: ven lug 28, 2017 12:55 am

Re: Larguées, Pathé Nice Gare Du Sud, lunedi 5 marzo 2018

Messaggioda Ale Dogo » sab mar 31, 2018 5:30 pm

Anche in Francia c'è lo stesso problema della differenza tra traccia tradotta (in Francese in questo caso) e traccia originale?
Molto probabilmente la differenza tra traccia originale e traccia tradotta è maggiore in Atmos.
In italiano certe tracce Atmos suonano peggio di semplici 5.1 (sentiti nella stessa sala).
Comunque in Italia di questo passo non arriverà mai dolby vision, abbiamo la sala energia (che come audio rimane abbastanza irraggiungibile) e una (che come video è fantastica) sala IMAX laser, quindi non mi lamento, però un Dolby cinema non farebbe male...
"Il cinema è la scultura del tempo"

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23890
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Larguées, Pathé Nice Gare Du Sud, lunedi 5 marzo 2018

Messaggioda Antonio Marcheselli » dom apr 01, 2018 2:05 am

Il problema tra le tracce originali e doppiate c’è sempre stato, immagino dipenda da tanti fattori uni per tutti il fatto che la traccia internazionale deve essere ri-registrata per quanto riguarda i rumori in presa diretta - o sbaglio?
Per quanto riguarda il resto, ricorda che il CP850 non ha un ingresso multicanale quindi immagino che il DTS e tutti i processori film finiscano direttamente dentro il processore Meyer. Non so se Arcadia utilizzi l’equalizzazione nell’850 o del Meyer (probabilmente un po’ di entrambi) ma il punto è che c’è la possibilità che il DTS passi per una equalizzazione diversa da dove passa Atmos - sicuramente ha i suoi livelli sul processore DTS stesso.
Con questo voglio dire che se sei stato ‘deluso’ dalla traccia Atmos, potrebbe essere dipeso da molti fattori, magari non esclusivamente dalla traccia per se.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Avatar utente
Sydneyblue120d
Utente 35mm
Messaggi: 1254
Iscritto il: mar dic 29, 2009 4:34 pm
Località: Mantova

Re: Larguées, Pathé Nice Gare Du Sud, lunedi 5 marzo 2018

Messaggioda Sydneyblue120d » gio apr 05, 2018 3:35 pm

Grazie per la recensione!

Anche qui fanno solo proiezioni in 3D però mi pare di capire...

Per quanto riguarda le luci di emergenza come siamo messi? Fanno effetto lampione o non disturbano, come pare di capire dal video?
Inesperto appassionato di Cinema


Torna a “Esperienze Cinematografiche”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 1 ospite