Sicurezza e responsabilità

Discussioni varie con tematica riguardante il Cinema
Etto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ago 30, 2017 2:12 pm

Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Etto » mer ago 30, 2017 2:25 pm

Ciao a tutti!
Sono un nuovo utente del forum, da diversi anni faccio il proiezionista in un piccolo cinema di provincia ma da qualche mese ho un tarlo che mi gira per la testa e cercando su internet non ho trovato risposte concrete...
La domanda cruciale è: che responsabilità ha il proiezionista dal punto di vista della sicurezza, primo soccorso ecc?
Mi spiego meglio.. il cinema dove collaboro come volontario ha secondo me delle carenze non indifferenti a riguardo: nessuna cassetta di primo soccorso, uscite di sicurezza con porte REI coperte da tende ignufughe per limitare gli spifferi invernali e altre piccole cosine... L'unica cosa buona secondo me son gli estintori, i naspi e le luci di emergenza.
La sala è parrocchiale e la proprietà è del parroco ovviamente.
Se succedesse qualche incidente al pubblico, dalla banale caduta nei gradini d'ingresso alle cose più serie (evaquazione della sala difficoltosa per la presenza di queste tende), su chi ricade la responsabilità civile e penale?
A suo tempo, quando feci il patentino mi dissero che il proiezionista era responsabile della sicurezza ma ora come funziona?
Va da sè che nessuno del personale volontario che collabora (cassieri, baristi, maschere ecc) ha svolto nessun corso di primo soccorso o antincendio.

Qualcuno sa illuminarmi ? Sinceramente sono un po' preoccupato per questa situazione.
Grazie mille!

Avatar utente
Antonio Marcheselli
Amministratore
Messaggi: 23914
Iscritto il: mer mag 08, 2002 11:41 am
Località: Swindon, UK

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Antonio Marcheselli » mer ago 30, 2017 2:40 pm

Ciao e benvenuto

Domanda interessante. A suo tempo quando ancora esisteva il ruolo del proiezionista, il proiezionista era responsabile di tutto quello che dici IN SEDE PENALE - cioe' se succedeva qualcosa andavi in carcere.

Oggi che non esiste piu'... non saprei. Ma sicuramente non sono cose da sottovalutare. Fai benissimo a porti la domanda ed e' anzi un tuo diritto sapere chi e' il responsabile di tutto.
Sono sale per grandi pubbici e ciò rende doverose proiezioni per grandi popolazioni
Spettatore Anonimo

Etto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ago 30, 2017 2:12 pm

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Etto » mer ago 30, 2017 3:07 pm

Grazie mille Antonio.
Proverò a cercare ancora su internet o a informarmi presso... chi? boh... forse il comando pronvinciale dei Vigili del Fuoco? Quando si va nei meandri della burocrazia diventa una giungla ma voglio approfondire...
Non son disposto a rischiare personalmente penalmente o civilmente perchè chi gestisce questa saletta non spende 100 euro per una cassettina di primo soccorso o non vuole rimuovere delle tende che ostruiscono le vie di fuga.

pclarici
Esperto D-Cinema - Moderatore
Messaggi: 1685
Iscritto il: mar set 04, 2007 3:50 pm
Località: Foligno
Contatta:

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda pclarici » mer ago 30, 2017 4:01 pm

Io verificherei con la commissione di vigilanza sui locali pubblici di riferimento, a seconda di dove sei potrebbe essere comunale o provinciale. All'interno della commissione ci sono tutte le figure addette, tra cui il rappresentante dei VVFF. Ci sono comunque consulenti (quasi sempre ingegneri) specializzati nella sicurezza dei locali pubblici se non vuoi fare quel passaggio, anche perché per come descrivi la situazione una verifica/sopralluogo non finirebbe per niente bene.

Detto ciò, il responsabile della sala (ti direi il proprietario, ma in questo caso non so chi sia. La curia vescovile?) ha anche l'obbligo di formare il personale addetto. È una cosa serissima, al di là delle mancanze strutturali se allo stato attuale nessuno di voi ha i corsi NON potete in alcun modo stare aperti. Sinceramente, se fossi in te scapperei il più lontano possibile finché la situazione non è sanata, magari lasciandomi alle spalle per iscritto tutte le carenze riscontrate. Stai/state rischiando molto più di quello che immaginate.
Pietro Clarici
www.cinemaclarici.it

Etto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ago 30, 2017 2:12 pm

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Etto » mer ago 30, 2017 5:50 pm

Ho provato a parlare con un architetto esperto in sicurezza.
Da quello che mi ha detto il cinema, sia pur parrocchiale, è equiparabile ad una qualsiasi azienda in cui risponde in toto il titolare (nel nostro caso il parroco), a meno che quest'ultimo non abbia designato ufficialmente dei responsabili per la sicurezza/primo soccorso che possono essere persone specifiche o in generale "il proiezionista" che in quel momento è in turno.
Io personalmente non ho mai firmato nulla, ma sicuramente mi informerò perchè come dite giustamente, è una cosa molto seria.
Non succede mai nulla ma se succede, sono guai seri... molto seri!
Comuqnue le tende davanti alle uscite di sicurezza non possono assolutamente starci (neanche se ignifughe) e la cassetta di primo soccorso è obbligatorio. A dire il vero mi avrebbe anche chiesto se abbiamo un defibrillatore perchè loro sopra le 70 persone di capienza lo consigliano... :hahaha: non ho un certotto... figurati se mi comprano il defibrillatore...

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 950
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Elia Orselli » mer ago 30, 2017 5:56 pm

Personalmente, prima di interpellare commissione comunale o vigili del fuoco, come prima cosa parlerei con il legale rappresentante della sala: con ottima probabilità il parroco (o comunque una persona che lui ti può indicare).
Individuato il soggetto chiederei poi di leggere la relazione tecnica di conformità della sala ed, eventualmente, i registri della sicurezza e il CPI. L'esistenza di questi documenti e il loro corretto aggiornamento ti può già dire molto. Eventualmente poi puoi chiedere di parlare con il tecnico che li ha redatti: tecnici diversi spesso hanno visioni e interpretazioni delle norme diverse, ma l'importante è che quello che si è assunto la responsabilità sia "convinto" di quanto ha deciso.

In assenza di questa documentazione o, qualora fosse lacunosa, inviterei il responsabile a provvedere e, come suggerisce Pietro, valuterei bene se continuare la collaborazione.
Differentemente da Pietro eviterei però l'equazione "se nessuno di voi ha i corsi NON potete in alcun modo stare aperti": non escluderei ad esempio che sia il parroco stesso l'addetto alla sicurezza e magari abbia "solo" tralasciato di farvelo presente.

Stavo scrivendo quanto sopra mentre tu hai pubblicato la risposta del dialogo con l'architetto. Aggiungo solo una precisazione: il datore di lavoro può designare qualcuno solo se questo tale è debitamente formato. Il datore non può dare un compito a qualcuno senza che questo abbia seguito i corsi necessari e abbia gli attestati relativi (o, addirittura, nel caso dell'antincendio, trattandosi di attività sottoposta a controllo di prevenzione incendi, anche dell'attestato di superamento della prova di idoneità pratica rilasciato dai vigili del fuoco...)
Elia

Etto
Messaggi: 4
Iscritto il: mer ago 30, 2017 2:12 pm

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Etto » gio ago 31, 2017 7:58 am

Grazie mille Elia per la precisazione e per i consigli.
Sono praticamente certo che nessuno dei volontari ha fatto nessun corso e quindi, lagandomi a quello che hai detto tu, deduco che nessuno di noi possa essere stato designato a nessuna mansione.
A questo punto mi viene da pensare che l'unico effettivo responsabile sia nel mio caso il parroco...(non vorrei essere nei suoi panni =) )

Avatar utente
Elia Orselli
Moderatore da Baskerville
Messaggi: 950
Iscritto il: dom nov 18, 2007 9:31 am
Località: Imola, Bologna
Contatta:

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda Elia Orselli » gio ago 31, 2017 11:29 am

I parroci hanno spesso un immotivato senso di impunità, ma l'importante è che siano rischi che si assumono loro.
Non conosco poi le strutture della tua parrocchia (e non è bene che tu qui aggiunga indizi ;) ) non escluderei che, in presenza di un oratorio o di una scuola parrocchiale, gli addetti antincendio designati siano dipendenti di quelle strutture.
Elia

sony2k
Messaggi: 35
Iscritto il: lun set 15, 2014 4:54 pm

Re: Sicurezza e responsabilità

Messaggioda sony2k » gio ago 31, 2017 8:55 pm

Elia Orselli ha scritto: non escluderei che, in presenza di un oratorio o di una scuola parrocchiale, gli addetti antincendio designati siano dipendenti di quelle strutture.


Si diciamo che questa opzione era emersa in alcune riunioni Acec per andare a sanare le situazioni di cui stiamo dicendo, ma per intenderci questo vorrebbe dire che i vari dipendenti (insegnati/educatori) dovrebbero essere presenti ad ogni apertura della sala (e non alla sola attività di proiezione).

Anche noi siamo una Sala della Comunità ed ogni anno spendiamo davvero molto per la sicurezza, corso antincendio, corso primo soccorso, verifica semestrale estintori, verifica semestrale impianti evac visivi e sonori, impianto antincendio, prove elettriche, prova scarico messa a terra ecc.. l'importante sono i registri, che se debitamente compilati (e veritieri) evitano grandi problemi.

Non possiamo predicare "il giusto" ed essere i primi a dimenticarci di alcune semplici regole.. come l'avere il registratore di cassa, "tanto è il bar del cinema della parrocchia".. :Doh:


Torna a “Cinema”

Chi c’è in linea

Visitano il forum: Nessuno e 6 ospiti